Home > Ultima ora cronaca > Riccione, camionista girava con cronotachigrafo truccato per guidare più a lungo

Riccione, camionista girava con cronotachigrafo truccato per guidare più a lungo

Nella giornata di ieri, intorno alle ore 15.30 nei pressi del casello autostradale di Riccione, una pattuglia della Polizia Stradale ha controllato un autoarticolato adibito al trasporto di merci non deperibili condotto da un 31enne di origini teramane proveniente dall’Abruzzo.

Una verifica dei dati contenuti nel cronotachigrafo digitale di bordo faceva sorgere al personale operante dubbi sulla regolarità di funzionamento del dispositivo. In particolare risultavano sospette numerose interruzioni di corrente non giustificate né dal conducente né dall’attività del mezzo. Un’ulteriore ispezione all’interno del veicolo ha fatto rinvenire un dispositivo a pulsante solo apparentemente adibito ad arredo. In realtà l’attivazione del pulsante inibiva il regolare funzionamento del cronotachigrafo permettendo di eludere qualsiasi controllo e garantendo di fatto la possibilità di effettuare periodi di guida superiori alla normativa (ovvero tempi di riposo al di sotto della soglia minima).

Al conducente è stata immediatamente ritirata la patente di guida e contestata la specifica violazione di circolazione con cronotachigrafo alterato che prevede la sanzione amministrativa di 1.736 euro e il sequestro del dispositivo.

Una ulteriore sanzione amministrativa è stata contestata alla società proprietaria del veicolo e al titolare di autorizzazione al trasporto merci in conto di terzi con sede nella Provincia di Teramo.

Ultimi Articoli

Scroll Up