Home > amici degli animali > Rimini, canile: trova casa “Garibaldi” il gatto a tre gambe

Rimini, canile: trova casa “Garibaldi” il gatto a tre gambe

4 orecchie, 2 code e sette zampe sotto lo stesso tetto. Sette si, visto che stiamo parlando di una nuova convivenza tra due gatti adottati, di cui uno è Garibaldi, tripode in seguito ad un terribile incidente. Un nome assegnato dai volontari del canile “Stefano Cerni” di Rimini, sia perché è stato ritrovato in via dei Mille a Rimini, sia per il coraggio impavido dimostrato in seguito all’incidente che gli è costato uno dei due zampini anteriori.

Garibaldi è uno splendido micio di circa 5 anni, che è stato soccorso e ricoverato il 7 giugno nel canile di Rimini seguito di un gravissimo incidente; i traumi riportati erano diversi, la situazione più critica interessava la mandibola, fratturata e la zampa anteriore sinistra, totalmente paralizzata. Parte subito l’iter delle analisi degli interventi e delle terapie. Ulteriori accertamenti confermano purtroppo l’irreversibile immobilità della zampa, e si procede, per salvare la salute del gatto, con l intervento di amputazione.

Un gatto tripode può condurre una vita normalissima e Garibaldi si dimostra un micio forte e dolcissimo e in poco tempo si rimette in piedi. I primi giorni però non sono facili, non si fidava dell’uomo, troppo forte il trauma dell’incidente e ancora alto il dolore delle ferite; col passare dei giorni, e la grande pazienza dei volontari, i soffi hanno cominciato a diventare fusa, i tentativi di divincolarsi si sono trasformati in richiesta di coccole . Per Garibaldi, ribattezzato Gary, cresce l’affetto e la convinzione che fosse necessaria un’adozione speciale. Insperata, la nuova vita di Garibaldi arriva in canile sopra una moto rosso nera; Daniele aveva letto il nostro appello, ci ha prima telefonato e il mattino seguente è venuto a conoscerlo e incontrarci. Gary è stato cosi a adottato e avrà anche un compagno un gattone di 4 anni sempre adottato da un canile. E allora 4 orecchie, 2 code e sette zampe sotto lo stesso tetto… non è questa la ricetta per la felicità?

Scroll Up