Home > Ultima ora cronaca > Rimini. Caso Sarti. “Ecco le prove” parla l’ex

Rimini. Caso Sarti. “Ecco le prove” parla l’ex

“Di sicuro non finisce con un’archiviazione. Anche perché basta una sola mail per dimostrare il marcio e la malafede”. Andrea Bogdan Tibusche, in arte Andrea De Girolamo, adesso vuole andare fino in fondo. Soprattutto dopo che il Gip di Rimini  ha depositato il provvedimento di archiviazione per la denuncia per appropriazione indebita presentata l’anno scorso dalla deputata Giulia Sarti nei confronti del suo ex fidanzato, dopo il coinvolgimento della parlamentare romagnola nel caso ‘rimborsopoli’. E ora l’informatico salernitano vuole iniziare a togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

“Ho la prova – annuncia all’Adnkronos – che alcuni bonifici a mio carico, oggetto di accusa di appropriazione indebita, sono stati eseguiti da lei”. De Girolamo ci mostra lo screenshot di una mail inviatagli dalla Sarti il 7 giugno 2017 alle ore 13.25. L’oggetto della mail è “ricevuta affitto”: all’interno, un file Pdf dal titolo ‘Ricevuta bonifico Andrea’, che è la copia di un bonifico di 1.400 euro effettuato dalla Sarti lo stesso giorno al signor Gianfranco I., proprietario della casa di Salerno in cui Bogdan vive. Secondo l’ex compagno della deputata, si tratta della “prova” che “non solo lei sapeva benissimo dei soldi per l’affitto, ma che addirittura me lo pagava lei fisicamente e mi mandava la ricevuta”. Tra l’altro, sottolinea Bogdan, “in quel periodo non ero nemmeno in Italia. Sono partito per la Romania il 2 giugno per poi rientrare in Italia il 12 luglio”. E a sostegno della sua affermazione l’informatico allega lo screenshot del biglietto aereo Roma Fiumicino-Bacau andata e ritorno.

Adnkronos

Scroll Up