Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Rimini: cena di finanziamento per “Mediterranea”

Rimini: cena di finanziamento per “Mediterranea”

Venerdì, alle ore 20.00, presso la cooperativa Punto Verde La Serra di Via Pascoli 189 si terrà una cena di autofinanziamento per sostenere il progetto Mediterranea.

Mediterranea è una piattaforma di realtà della società civile arrivata nel Mediterraneo centrale dopo che le ONG, criminalizzate dalla retorica politica senza che mai nessuna inchiesta abbia portato a una sentenza di condanna, sono in gran parte state costrette ad abbandonarlo.

Mediterranea ha molte similitudini con le ONG che hanno operato nel Mediterraneo negli ultimi anni, a partire dall’essenziale funzione di testimonianza, documentazione e denuncia di ciò che accade in quelle acque, e che oggi nessuno è più messo nelle condizioni di svolgere.

Al tempo stesso, Mediterranea è qualcosa di diverso: un’azione non governativa portata avanti dal lavoro congiunto di organizzazioni di natura eterogenea e di singole persone, aperta a tutte le voci che da mondi differenti, laici e religiosi, sociali e culturali, sindacali e politici, sentono il bisogno di condividere gli stessi obiettivi di questo progetto, volto a ridare speranza, a ricostruire umanità, a difendere il diritto e i diritti”.

 

Il 3 ottobre dello scorso anno, giusto un anno fà, nel giorno del quinto anniversario del terribile naufragio di Lampedusa del 2013, la Nave Mare Jonio  ammiraglia di Mediterranea ha mollato gli ormeggi nel porto di Augusta e ha intrapreso una navigazione che è ben lungi dall’essere terminata.

In questo anno la nave Mare Jonio, nonostante i fermi e i sequestri subiti, ha effettuato diversi salvataggi in mare  e continuerà a presidiare quella parte di mar mediterraneo per monitorare e  portare soccorso alle persone che lo attraversano.

Alla cena parteciperà Alice Vignodelli, 25 anni,volontaria di Sea Watch premiata con una medaglia dal comune di Bologna esempio “di impegno profondamente civico: ci ricorda che dobbiamo restare umani”.

Alice Vignodelli sarà premiata dal Comune di Bologna con la medaglia al merito civico intitolata all’ex sindaco Giorgio Guazzaloca. Alice è la volontaria di 25 anni che ha partecipato all’operazione di salvataggio del 22 dicembre dei 32 migranti accolti dalla Sea Watch, che con i 17 salvati dalla Sea Eye (sono entrambi navi della ong tedesca Mediterranea) attendono ancora un porto europeo che li accolga.
Alice – fino a quel momento l’unica italiana sulla nave – è rimasta a bordo della Sea Watch fino a venerdì, quando dopo due settimane di attesa e tensione la nave è stata raggiunta da un’imbarcazione con viveri e il cambio dell’equipaggio.  “Sulla Sea Watch c’è un pezzo di Bologna – scrive il sindacoVirginio Merola ad Alice Vignodelli assegnerò la medaglia, perché il suo impegno è profondamente civico e ci ricorda che dobbiamo restare umani“.

Ultimi Articoli

Scroll Up