Home > Cultura e Spettacoli > Cinema >  Rimini, cinema Fulgor: tutto esaurito per la prima di “Amarcord” restaurato

 Rimini, cinema Fulgor: tutto esaurito per la prima di “Amarcord” restaurato

Amarcord, il più autobiografico dei film di Federico Fellini verrà proiettato per la prima volta al Cinema Fulgor stasera alle 21.00 (in replica mercoledì 18 aprile sempre alle ore 21.00). La serata, sostenuta dall’azienda Ghigi 1870, inizia alle ore 20.30 nel foyer del Cinema con un aperitivo di benvenuto realizzato dall’Osteria de Borg di Rimini, dall’Osteria dei Poeti e dalla Birra Amarcord, accompagnato da musiche e personaggi in stile felliniano interpretati dalla Filodrammatica Lele Marini di Santarcangelo di Romagna, per poi proseguire alle ore 21.00 con la proiezione del film.

La versione proiettata ha subito un’opera di restauro realizzato dal laboratorio L’immagine Ritrovata della Cineteca di Bologna, che ha attuato il lavoro di recupero a partire dal negativo camera, scansionato sotto liquido alla risoluzione 4K.

Amarcord è un ritratto della provincia italiana negli anni del fascismo, attraverso la rievocazione della famiglia dell’amico d’infanzia di Fellini, l’avvocato Titta Benzi. Il film è popolato da personaggi che celano una profonda malinconia, come la ninfomane emarginata Volpina, descritti talvolta con tinte sanguigne e linee grottesche, quali ad esempio gli esponenti del clero e i gerarchi fascisti, o con tenera sensualità e graffiante ironia. Il piccolo borgo romagnolo degli anni Trenta si fa immagine emblematica dell’Italia secondo Fellini: un piccolo mondo immaturo e conformista, succube di un regime becero e mistificatore, o tristemente impotente di fronte alle sue violenze.

Scroll Up