Home > Ultima ora economia > Rimini. Il Comune riprova a vendere beni per 1milione di euro

Rimini. Il Comune riprova a vendere beni per 1milione di euro

Il comune di Rimini aveva deciso in aprile 2018 di procedere all’alienazione, con la procedura di un asta pubblica di un numero importante di beni immobili di proprietà del Comune.

Alcune delle aree sono divenute in proprietà al Comune in esecuzione della normativa repressiva dell’abusivismo edilizio; dopo la demolizione degli abusi i terreni vengono venduti per essere restituiti all’originaria legittima destinazione.

La ex scuola di S. Cristina è invece stata trasferita in proprietà al Comune dallo Stato, in attuazione della normativa sul federalismo demaniale.

In quell’occasione tutte le aste andarono deserte eccetto per un’area di via Crispi.

Ora il Comune ci riprova con una riduzione degli importi del 10% per alcuni lotti mentre rimane inalterata la base d’asta per altri

L’asta più consistente è quella del lotto edificabile in zona Miramare di 820 mq. L’importo complessivo dei beni messi in vendita è di 1.012.000 euro

Dopo la pubblicazione verrà indetta l’asta

La delibera con gli allegati

Scroll Up