Home > Ultima ora welfare > Rimini, concluso il secondo ciclo di incontro sulla co-programmazione

Rimini, concluso il secondo ciclo di incontro sulla co-programmazione

Si è conclusa la seconda parte degli incontri dedicati ai tavoli di co-programmazione tra il Comune di Rimini, le istituzioni e il Terzo Settore, finalizzati a individuare mediante un lavoro condiviso gli interventi e i servizi che definiranno gli obiettivi in ambito sociale della progettazione annuale 2022.

“Un percorso molto partecipato attraverso il quale vogliamo far sì che ogni decisione e scelta legata al welfare riminese sia il risultato di una valutazione ed elaborazione sinergica tra il pubblico e il privato, ognuno con il suo specifico know-how e bagaglio di proposte – spiega Kristian Gianfreda, Assessore comunale alla Protezione sociale -. Un approccio innovativo e inclusivo che ci permette di avere un quadro chiaro e approfondito dei bisogni della città di Rimini, grazie alla presenza di più osservatori e di realtà che ogni giorno lavorano con le persone. Da quando abbiamo avviato il percorso, il 7 giugno, sono emersi diversi obiettivi, a cominciare dalla necessità di aumentare i centri diurni, di potenziare le soluzioni di co-housing, come i condomini solidali e l’housing first, e di investire con ancora maggiore determinazione sulle professionalità sociali e sociosanitarie”.

“Attraverso la co-programmazione, ci tengo a sottolinearlo, come Comune di Rimini, insieme al terzo settore e agli altri soggetti coinvolti, abbiamo aperto la strada a un nuovo modo di pianificare e architettare i servizi sociali, affinché ogni passaggio sia esaminato da più voci – aggiunge l’esponente di Giunta -. Solo così possiamo avere una lettura più completa dei bisogni dei cittadini e degli interventi da mettere in campo, individuando al contempo una pluralità di risorse. Ci tengo a ringraziare per questo gli uffici dell’assessorato alla protezione sociale che hanno messo in moto questo grande lavoro di mappatura e analisi. Sono davvero soddisfatto del lavoro intenso e complesso dei tanti dipendenti, funzionari e dirigenti coinvolti in questo nuovo processo messo in campo dall’amministrazione”.

Nel prossimo giro di incontri, che partirà domani, 28 giugno, lo scopo sarà quello di presentare le soluzioni di programmazione per risolvere le criticità emerse nei precedenti tavoli. Nell’incontro conclusivo plenario del 14 luglio, poi, tali proposte saranno definiti e inseriti in un documento di sintesi con le priorità di intervento della progettazione annuale 2022.

I tavoli tematici sono sette: anziani; disabili e svantaggio; minori e responsabilità familiari; povertà; immigrazione; lavoro e svantaggio; disagio abitativo.

Ultimi Articoli

Scroll Up