Home > Primo piano > Rimini, Coronavirus: al via il “Pronto farmaco”. Consegna a domicilio dei farmaci

Rimini, Coronavirus: al via il “Pronto farmaco”. Consegna a domicilio dei farmaci

Per contribuire a fronteggiare le numerose problematiche correlate alla diffusione sul nostro territorio del Covid-19, già da alcune settimane è attiva una task force anche nel Comitato riminese della Croce Rossa Italiana.

Sotto la guida della neo eletta Presidente, operano costantemente in sinergia tutti gli organismi statutari e, in particolare il Consiglio Direttivo, il Direttore e il Project Manager attività sanitarie, competente per l’ambito sanitario.

Il coronavirus non solo non ferma i volontari di Croce Rossa nelle attività ordinarie, ivi comprese quelle dei servizi di trasporto sanitario e sociale tra Rimini e la Valmarecchia, ma richiede l’attuazione di sforzi supplementari, come nel caso di un recente trasporto di un paziente per altre patologie a Tirana (Albania), oltre ai trasporti in ambito territoriale di persone con sospetta positività al Covid-19.

Non si fermano neppure, con i volontari muniti dei necessari dispositivi di protezione individuale, le attività sociali, come la distribuzione viveri, l’unità di strada ai senza dimora e il sostegno a chi ha bisogno in questo momento di emergenza.

La Croce Rossa riminese è, altresì, in grado di curare il servizio di termoscan per l’accesso alle Aziende che ne facciano richiesta, così come è avvenuto in questi giorni per una nota società erogatrice e distributrice di energia.

Il tutto, naturalmente, in rete con i servizi del territorio e nella scrupolosa osservanza di quanto stabilito al tavolo, presieduto dal Prefetto di Rimini, istituito presso la locale Prefettura.

È in questo scenario che, anche sulla spinta delle numerose richiese pervenute, nasce “Pronto farmaco”, servizio fondamentale per chi rischia di rimanere escluso.

Il servizio, nel pieno della missione del movimento internazionale di Croce Rossa, ha lo scopo di aiutare le persone più vulnerabili a ritirare i farmaci di cui necessitano, in un momento di emergenza che si rivela essere lungo e complesso.

“Pronto farmaco” parte domani mercoledì 11 marzo con il numero verde 800231999 al quale risponderà un operatore di Croce Rossa dalle ore 8 alle ore 18 di tutti i giorni.

Attraverso il numero verde verrà assolto un servizio a favore della comunità, su richiesta delle categorie più deboli e a rischio, tutelando la loro salute e al contempo la loro privacy. Un servizio che prevede la consegna a domicilio di farmaci destinati a persone anziane o di ridotta mobilità o con difficoltà a potersi recare presso le farmacie.

Il servizio è gratuito e a casa del/della richiedente si recherà esclusivamente un operatore della Croce Rossa Italiana che raggiungerà l’abitazione della persona, previe opportune istruzioni che verranno riferite all’interessato/a allo scopo di evitare qualsivoglia intromissione di truffatori o malfattori non appartenenti all’associazione.

Si tratta di un servizio già attivo in altri Comuni dell’Emilia-Romagna ed è una operazione – coinvolgente oltre ai volontari, anche i medici e le farmacie -, che è inserita nel novero delle iniziative supportate dai Servizi Sociali del Comune di Rimini.

Il progetto che domani prende il via, si integra, infatti, con quelli assunti da Auser e Caritas, impegnate sul versante dei pasti caldi e della distribuzione di viveri e di spesa a domicilio.

Un impegno davvero straordinario, dunque, quello messo in campo dalla Croce Rossa Italiana, che può essere assolto grazie alla generosità dei suoi volontari che gratuitamente donano tempo ed energie.

È di tutta evidenza però che i mezzi, il carburante, i viveri impiegati dalle unità di strada e via discorrendo, richiedono anche risorse per non far mancare un aiuto importante alle persone anziane, disabili o disagiate, non di rado afflitte anche da una condizione di solitudine.

Ecco perché, per coloro che ne abbiano la disponibilità e intendono darci una mano, è possibile sostenerci anche con un piccolo contributo utilizzando l’IBAN IT84Q0306909606100000139758 con causale supporto al comitato CRI di Rimini per emergenza Covid-19”.

Scroll Up