Home > Cronaca > Rimini, dà fuoco a una bombola di gas sotto casa della ex

Rimini, dà fuoco a una bombola di gas sotto casa della ex

Ha provocato un incendio dando fuoco a una bombola di gas e in motorino, col rischio di far esplodere tutto. E non era nemmeno la prima volta che l’uomo appiccava incendi perfino in camera da letto, danneggiava e aggrediva anche fisicamente. Il tutto dopo la fine della relazione.

A Rimini erano circa le 18:00 di ieri 31 gennaio quando al 112 è arrivata la segnalazione di un incendio all’esterno di un appartamento di via Pascoli.

Ad attendere gli equipaggi delle Volanti della Questura di Rimini, c’era una donna: era stata lei, che vive in un appartamento in affitto, a dare l’allarme. Ed ha subito indicato ai poliziotti da dove provenisse l’incendio: nel cortile dell’appartamento adiacente, sotto ad una finestra, c’era una bombola del gas col rubinetto aperto e il getto infiammato contro un ciclomotore di proprietà della figlia della donna.

Mentre i Vigili Del Fuoco provvedevano a mettere in sicurezza l’area, la donna ha raccontato che alle ore 17.30 circa, mentre si trovava in strada per recarsi a gettare la spazzatura, aveva notato il suo ex-compagno introdursi in quel cortile, afferrare alcuni indumenti trovati su uno stendino e, dopo averli ammucchiati sopra il motorini della figlia, aveva appiccato il fuoco ad una bombola del gas lì accanto, provocando una grossa fiammata che avvolgeva sia il veicolo che i panni.

La donna raccontava che l’uomo già in altre occasioni aveva dimostrato la sua predilezione per il fuoco.  Per esempio incendiando indumenti sopra al materasso in camera da letto. Inoltre, quasi tutti i giorni, da quando i due si sono lasciati, l’individuo compariva in casa provocando danni materiali all’abitazione e aggredendo fisicamente l’ex compagna.

Compresa la delicatezza della situazione e la potenziale pericolosità del soggetto, gli agenti si sono immediatamente posti alla ricerca dell’uomo, Lo hanno rintracciato subito dopo alla Caritas di Via Madonna della Scala, dove tuttora risulterebbe domiciliato.

In considerazione dei grafi fatti accaduti e del pericolo che costituisce per la donna, il soggetto, risultato essere tale G.R., italiano di 49 anni, residente nel palermitano, ma di fatto a Rimini, è stato sottoposto a fermo di Poilizia Giudiziaria, a disposizione della locale Autorità Giudiziaria ed accompagnato presso la casa circondariale di Rimini.

Ultimi Articoli

Scroll Up