HomeSaluteRimini, donato un sistema BeneVision TM80 al reparto Neuropsichiatria infanzia e adolescenza dell’Ospedale Infermi

Un altro gesto di solidarietà da parte di Nuovi Sguardi e Rotary Club: si tratta di un sistema per il monitoraggio multiparametrico


Rimini, donato un sistema BeneVision TM80 al reparto Neuropsichiatria infanzia e adolescenza dell’Ospedale Infermi


17 Giugno 2024 / Redazione

Ancora un importante gesto di solidarietà da parte di due associazioni riminesi. Infatti, l’Associazione Nuovi Sguardi e il Rotary Club di Rimini, hanno donato un sistema Bene Vision TM80 al reparto di Neuropsichiatria Infanzia e Adolescenza dell’Ospedale Infermi di Rimini.

Ad accogliere la delegazione composta dal presidente dell’Associazione Nuovi Sguardi, Fabio Scala, e da Vittoria Rossella Alaimo e per il Rotary Club Rimini da Patrizia Farfaneti Ghetti, presidente Commissione Progetti, e Attilio Gardini, presidente del club, c’erano Francesca Raggi, direttrice medica del presidio ospedaliero, Roberta Rosetti, direttrice Unità Operativa di Neuropsichiatria infanzia e adolescenza, e Cinzia Giulianelli, responsabile struttura Neuropsichiatria Infantile Ospedaliera Rimini, oltre ad una rappresentanza del personale di reparto, che “sentitamente ringraziano per questa importante donazione che va a consolidare un rapporto di collaborazione già da tempo esistente, sostenendo in modo sempre più attento e sensibile i bisogni della sanità locale”.

Il sistema donato è utile per il monitoraggio multiparametrico – spiega la dottoressa Giulianelli – ed è un monitor paziente telemetrico smart che fornisce misurazioni accurate e ininterrotte di elettrocardiogramma (ECG), respirazione, indici circolatori in tempo reale che consente al paziente di non restare necessariamente a letto. Il sistema è dotato di uno schermo ruotabile e visualizza una traccia ECG più lunga in modalità orizzontale e un numero maggiore di parametri vitali in modalità verticale, rendendo le informazioni del paziente facilmente disponibili per gli operatori. I parametri sono necessari nei quadri di grave scadimento, per esempio nei disturbi del comportamento alimentare o quando risulta utile e opportuno un monitoraggio più intensivo dei parametri in corso di titolazione di terapia – conclude la dottoressa -.Grazie alla generosità dell’Associazione Nuovi Sguardi e di Rotary Club Rimini, che da anni sostengono la neuropsichiatria con diverse iniziative solidali, l’Ospedale Infermi ha ora a disposizione anche questo importante sistema di monitoraggio che agevolerà ulteriormente la piena realizzazione delle attività di assistenza, migliorando al contempo la qualità di vita del paziente.”