Home > Ultima ora cronaca > Rimini, per sfuggire all’arresto scaglia la bici contro gli agenti

Rimini, per sfuggire all’arresto scaglia la bici contro gli agenti

Nel primo pomeriggio di ieri diverse pattuglie della Polizia di Stato sono intervenute a Bellariva lungo la ferrovia. Era infatti stata segnalata la presenza di un ragazzo che aveva occultato un sacchetto, contenente presumibilmente della droga.

Grazie alle descrizioni minuziose acquisite, una delle volanti intervenute è riuscita ad intercettare  il presunto “pusher” che, alla vista degli operatori ha subito cercato la fuga con una bicicletta

. Inseguito, raggiunto e bloccato, lo stesso ha reagito violentemente, prima lanciando la bicicletta contro gli operatori, poi colpendoli con calci e pugni, fino a quando non è stato immobilizzato e ammanettato dai poliziotti.

Il ragazzo, cittadino tunisino di 22 anni, titolare di richiesta di permesso di soggiorno per motivi umanitari, veniva tratto in arresto dagli operatori di polizia intervenuti. Da un primo controllo della persona il tunisino aveva addosso la somma di denaro di euro 590.00, probabile frutto dell’illecita attività di spaccio, avvalorata dal rinvenimento della sostanza stupefacente del tipo “eroina” del peso lordo di quasi 6 grammi, occultata all’interno di una manopola della sua bicicletta.

Considerata la flagranza di reato, la mancanza di un’attività lavorativa utile a sostenere il suo soggiorno in Italia ed il possesso dell’ingente somma di denaro nonché i pregiudizi di Polizia ed i precedenti penali con l’ultima condanna ad 8 mesi per il medesimo reato (pena sospesa con scarcerazione del 25.10.2019), il ragazzo tunisino è stato tratto in arresto dagli operatori di polizia per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, danneggiamento aggravato, nonché resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Sempre nella giornata di ieri gli agenti della Squadra mobile di Rimini hanno arrestato un giovane spacciatore di 19 anni, già segnalato come frequentatore abituale di diverse piazze di spaccio della città. In particolare l’arresto è stato disposto dopo una perquisizione domestica.

Nascosto all’interno del garage, dentro una grossa scatola di cartone, gli agenti hanno trovato un sacco nero con all’interno due involucri di plastica contenente sostanze stupefacenti tipo marijuana, nello specifico una ancora sigillata contenente 500gr. e l’altra già aperta con all’interno 297gr. Inoltre, veniva rinvenuto materiale abitualmente usato per il confezionamento di dosi (bilancino, bustine in plastica, rotolo di cellophane etc) che avvalorava l’illecita attività messa in atto dal ragazzo. Da un controllo ai due cellulari in uso al giovane, poco dopo rintracciato, venivano visionati numerosi messaggi e video dai quali si capiva che lo stesso fosse effettivamente ben introdotto nell’ambito dello spaccio, attività che svolge abitualmente.

Vista anche la consistente quantità di droga rinvenuta, il giovane è stato tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

 

Ultimi Articoli

Scroll Up