Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Rimini e Santarcangelo si riempiono di sogni con Filo per filo Segno per segno

Rimini e Santarcangelo si riempiono di sogni con Filo per filo Segno per segno

Filo per filo | Segno per segno, festival delle arti dell’infanzia e dell’adolescenza creato da Alcantara Teatro, sta riempiendo dal 15 maggio la rete di messaggi poetici sul tema del sogno.

Ma non solo la rete, perché da lunedì 18 maggio questa particolare terza edizione caratterizzata dal sottotitolo “Ceci n’est pas un festival” ha trovato ugualmente il modo di “contaminare” i contesti urbani di Rimini e Santarcangelo (le città che hanno sempre fatto da scenario all’iniziativa) grazie ai sogni dei bambini rappresentati su manifesti che resteranno affissi fino al 27 maggio.

I pannelli sono spogli, sbiaditi o rovinati dal passare del tempo, ma i sogni dei bambini sono rimasti vividi e non vedono l’ora di essere condivisi e realizzati: un invito a guardare il mondo con lo sguardo saggio dell’infanzia.

Per questo è stato lanciato anche un contest su Instagram per giocare con tutta la comunità. Le regole sono semplici: 1. Cerca i manifesti in giro per la città 2. Scattati una foto davanti alla tua frase preferita 3. Raccontaci il tuo sogno 4. Tagga @alcantara_teatro

Ma c’è di più: il cancello rosso del CEIS di Rimini che settimanalmente veniva varcato da tanti bambini e ragazzi per “andare a fare teatro” è chiuso. Oggi metaforicamente riapre con una “bacheca dei sogni” che conterrà i pensieri poetici dei bambini e dei ragazzi del laboratorio stabile Alcantara.

“Prendi un sogno… dona un tuo sogno in uno scambio poetico”. In collaborazione con il progetto “poesia per chi passa per via”, iniziativa promossa da Ivana Lombardini e Federica Melucci, docenti dell’I.C. XX SETTEMBRE di Rimini. Si tratta di bacheche poetiche ossia spazi aperti alla cittadinanza dove leggere poesie, lasciare pensieri e oggetti, per dialogare e contaminare la città di bellezza e soprattutto di infanzia.

Fino a domenica 24 maggio poi Alcantara Teatro continuerà a lasciare segni sul web coinvolgendo oltre a bambine, bambini e adolescenti anche compagnie e artisti/amici di Alcantara.

Messaggi poetici di breve durata, immagini, audio da ascoltare ad occhi chiusi o in cuffia, video, interviste e molto altro, il tutto diffuso attraverso i canali social di Alcantara Teatro (Facebook e Instagram), la pagina Facebook Filo per Filo | Segno per Segno e il sito www.filoperfilo.it

I podcast “Al mondo voglio dire” del Laboratorio Stabile sono diffusi ogni giorno fino al 24 maggio alle 19.40 su Radio Icaro.

 

PROGRAMMA CECI N’EST PAS UN FESTIVAL DAL 19 AL 24 MAGGIO

Dopo aver ospitato tanti ospiti come il musicista Federico Mecozzi o la giornalista Sandra Gesualdi, figlia di uno dei primi allievi della celebre scuola di Barbiana, Michele Gesualdi, che è stato anche presidente della Fondazione Don Milani, continuano gli “Avvisi poetici”. Oggi, martedì 19 maggio, l’appuntamento delle ore 15 in diretta Facebook e Instagram sarà con gli attori Fabio Magnani e Gloria Allegrucci, mentre alle 16.30 arriverà Enzo Valeri Peruta della Compagnia La Pulce.

Mercoledì 20 maggio sarà protagonista Flavio Albanese della Compagnia del Sole, mentre il giorno seguente irromperà Guido  Castiglia. Venerdì 22 maggio spazio a Simona Gambaro di Meraki Teatro, mentre negli ultimi giorni ci saranno Roberto Anglisani (sabato 23 maggio) e infine Monica Gori (eccezionalmente alle 11.30) e Linda Gennari sempre alle 15 di domenica.

Ogni giornata è aperta alle 10 con le opere che i ragazzi hanno realizzato seguendo il laboratorio di Elena Iodice sul tema del sogno. Un percorso che è continuato anche attraverso il web per non perdere il filo del discorso e che ha spaziato dalle atmosfere oniriche di Chagall a quelle surrealiste di Joan Mirò passando per i soli e i pianeti che Calder disegnava per poterli far diventare reali.

Alle 11.30 continua il “Gufo solitario”: un video racconto a capitoli che coinvolge attivamente il “pubblico” che può scegliere passo dopo passo come continuare la storia, per rendere questo scambio il più possibile costruttivo e interattivo.

Alle 18.30 trovano spazio accenni al Laboratorio Stabile, tramite video o Podcast con ascolti da fare in cuffia all’ora del tramonto.

E infine ogni giornata è conclusa alle 21.30 dalle “Coccole della buonanotte”, sempre con protagonisti i più piccoli impegnati a instillare poesia con la loro spontaneità.

Sarà inoltre presentato in anteprima un capitolo del nuovo “Filosofare”, documentario sul pensiero infantile e adolescenziale prodotto da Alcantara Teatro, previsto per domenica 24 maggio alle 18.30 a conclusione del programma, e resta poi doveroso l’omaggio a Federico Fellini per i 100 anni dalla sua nascita.

Fabio Magnani

 

GLI OSPITI DELLE ULTIME GIORNATE DI CECI N’EST PAS UN FESTIVAL

Fabio Magnani, attore riminese, collabora con diversi registi e maestri fra i quali: Robert Wilson e Cesar Brie. Il suo percorso attoriale incrocia differenti stili artistici dal teatro di prosa al teatro fisico, dalla clownerie all’improvvisazione teatrale. Gloria Allegrucci, riminese, diplomata in produzione presso la Civica Scuola di Cinema e Televisione di Milano, è assistente alla regia e lavora su spot, serie televisive e film. Lavora per la MaltaFilm e successivamente per registi come Kevin Reynolds, Yves Simoneau, Michael Bay, Philippe de Chauveron, Terry George. Entrambi, giovanissimi, sono stati allievi del laboratorio stabile Alcantara con il quale ancora collaborano

Enzo Valeri Peruta è attore, autore e formatore della Compagnia La Pulce fondata a Bergamo nel 2004. Un teatro della leggerezza, che tratta argomenti forti con uno sguardo ironico. Un linguaggio semplice, essenziale, ma mai banale. Una ricerca artistica che indaga il tema delle relazioni: tra genitori e figli, adulti e ragazzi, docenti e allievi.

Flavio Albanese è attore dalle grandi capacità interpretative, sia in campo teatrale che cinematografico, regista, dirige ed organizza festival e progetti di residenza e formazione del pubblico, collaborando con diversi teatri fra cui il Piccolo Teatro di Milano e il Teatro Petruzzelli di Bari. Fondatore della Compagnia del Sole con Marinella Anaclerio, il suo lavoro “L’universo è un materasso” è stato premiato come miglior spettacolo nel 2018 agli Eolo Awards.

Guido Castiglia nel 1993 fonda la compagnia Nonsoloteatro (della quale è direttore artistico) struttura che gli permette di affiancare, allo specifico lavoro teatrale, un’intensa attività formativa, di studio ed elaborazione della didattica del teatro, connessa al mondo della scuola, al disagio giovanile e ad un teatro civile.

Simona Gambaro. La formazione accademica letteraria, lo studio pedagogico, l’apprendistato teatrale con maestri della ricerca italiana, delineano quelle che saranno per Simona Gambaro le linee guida della sua indagine sull’arte. Drammaturga e attrice di grandi capacità espressive, con una ventina di spettacoli all’attivo, è stata fondatrice della compagnia Teatro del Piccione.

 Roberto Anglisani è uno dei massimi esponenti in Italia del teatro di narrazione. Attore, regista, autore, inizia la sua carriera artistica nel 1977 a Milano, nella Comuna Baires, e ha approfondito la sua formazione con maestri come Raul Manso (Studio dell’Attore – Milano) e Dominic De Fazio (Actor’s Studio – New York). Intorno alla metà degli anni 80, inizia la collaborazione con Marco Baliani. Ha lavorato con diverse compagnie tra le quali il Teatro dell’Elfo di Milano

Monica Gori. Riminese, è illustratrice e grafica freelance a cui piace girare il mondo in bicicletta e collezionare piccole cose, come un sasso o un suono. Amante della natura, le piace viaggiare preferibilmente con cane al seguito, la fedele Tina. I suoi viaggi avventurosi e “utopici” danno vita a singolari reportage fotografici e diari di viaggio illustrati.

Linda Gennari. Attrice riminese, si occupa di teatro, cinema e televisione. Ha partecipato ad importanti progetti teatrali ed è stata diretta da registi quali Leo de Bernardinis, Marco Baliani, Peter Stein. Fra le esperienze più recenti, nel 2019 ha recitato nello spettacolo “Elena” di Euripide, regia di Davide Livermore, Teatro Greco di Siracusa. Giovanissima, è stata allieva del laboratorio stabile Alcantara e con Alcantara ha prodotto lo spettacolo “Il segreto di Alice”.

Linda Gennari

Scroll Up