Home > Ultima ora politica > Rimini: “Emilia-Romagna Coraggiosa”. Venerdì la presentazione

Rimini: “Emilia-Romagna Coraggiosa”. Venerdì la presentazione

«“Emilia-Romagna Coraggiosa” è un progetto civico che vuole unire tutte le esperienze migliori della nostra terra; competenze e sensibilità diverse insieme per costruire una visione comune di futuro per i prossimi cinque, dieci, vent’anni. A partire dalla transizione ecologica e dal Green New Deal, per salvare il pianeta e per rilanciare l’occupazione di qualità, investendo sull’economia verde e circolare».

E’ Paolo Rossi a definire gli obbiettivi del comitato provinciale da lui coordinato di Emilia – Romagna coraggiosa, la lista che alle prossime elezioni regionali appoggerà il presidente uscente della Regione Emilia – Romagna Stefano Bonaccini. E che sarà presentata alle 19 di venerdì 29 novembre dalla ex europarlamentare Elly Schlein alla tensostruttura nel parco Pertini di Rivazzura di Rimini.

Per raggiungere gli obbiettivi della lista a Rimini, il comitato riminese ha deciso di partire dalle basi del convivere civile: il dialogo.

Il programma elettorale infatti sarà discusso, a partire dalle ore 17.30 a tavolino da attivisti e persone interessate intorno ad un buon caffè, riuniti in piccoli gruppi con un metodo innovativo di coinvolgimento delle persone: il world cafè.

Il World Café è un metodo efficace per dare vita a conversazioni informali vivaci, concrete e costruttive su questioni che riguardano il lavoro o la vita di una comunità.

«E soprattutto di trarre agilmente le fila dei numerosi spunti e interventi che certamente ci saranno – dice Paolo Rossi – e che crediamo poi terranno banco nel momento conviviale finale, la cena di pesce per autofinanziare la nostra campagna elettorale. Emilia – Romagna Coraggiosa infatti vuole affrontare con le sue proposte programmatiche la lotta alle disuguaglianze, il rafforzamento dei servizi alle persone, la valorizzazione dei beni comuni, un piano straordinario per le aree interne e di montagna, il riconoscimento dei diritti e delle differenze e il raggiungimento di una vera parità di genere. I momenti di dialogo che costruiremo a partire da venerdì ci aiuteranno a mettere a punto proposte concrete da mettere con forza al centro del dibattito in vista delle prossime elezioni regionali».

Scroll Up