Home > Ultima ora Attualità > Rimini: “Facciamo luce sul tumore al pancreas”. domani Castel Sismondo e rotonde illuminate di viola

Rimini: “Facciamo luce sul tumore al pancreas”. domani Castel Sismondo e rotonde illuminate di viola

Il Comune di Rimini, anche quest’anno, aderisce alla campagna di sensibilizzazione “Facciamo luce sul tumore al pancreas”, che accende i riflettori su una malattia ancora troppo poco conosciuta.

 

Nella serata del 21 novembre, giornata mondiale per la lotta al tumore al pancreas, Rimini si illuminerà di viola con la Rocca Malatestiana, le rotatorie (via Flaminia Conca, incrocio di via Dante con via Roma, fronte chiesa di San Nicolò, incrocio Via Tripoli Via XX Settembre). Anche luoghi privati, come il Club Nautico, il Grand Hotel e l’i-Suite si coloreranno di viola per sensibilizzare e attirare l’attenzione sulla necessità di investire maggiori fondi per la ricerca e per richiedere alle istituzioni di impegnarsi a sostegno dell’informazione e delle campagne di prevenzione.

 

La campagna di sensibilizzazione nasce con l’obiettivo di portare l’attenzione pubblica su una patologia che in Italia, ogni anno, colpisce oltre 13mila persone. L’idea è quella che, con gesti anche semplici, si possa modificare la storia naturale di questo “killer silenzioso” che ancora, a cinque anni dalla diagnosi, ha una mortalità stimata del 90% e che, nonostante questo, riceve soltanto il 2% dei fondi europei destinati alla ricerca. 

 

Tutto il mese di novembre è dedicato alla sensibilizzazione per la lotta al tumore al pancreas.

A Rimini, l’Associazione Oltre la Ricerca, organizza il giorno 21 novembre alle 19, presso il Club Nautico, un incontro pubblico  medici – pazienti. L’incontro ha come scopo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica e le Istituzioni sull’importanza di sostenere l’informazione e  la ricerca con l’obiettivo di arrivare prima ad una diagnosi tempestiva, attraverso un dialogo aperto che tratterà questa patologia, sotto vari punti di vista (medico-scientifico-nutrizionale).

 

Arrivare ad una diagnosi tempestiva è la mission dell’Associazione, che proprio quest’anno con la sua donazione ha permesso l’implementazione dell’Ambulatorio Epatobiliopancreatico con l’avvio di una infermiera case manager ospedaliera per seguire l’intero percorso  del paziente e creare un raccordo tra territorio (medici di famiglia) e ospedale.

 

Info: 

www.oltrelaricerca.org  

fb_ Oltrelaricerca.

www.wpcditalia.org  

Scroll Up