Home > Ultima ora cronaca > Rimini, falsifica referto medico per non indossare la mascherina. Denunciato

Rimini, falsifica referto medico per non indossare la mascherina. Denunciato

Lo scorso 3 settembre era entrato al Punto blu di Autostrade per l’Italia del Casello di Rimini Sud senza mascherina e non aveva voluto sapere di indossarla nemmeno dopo le ripetute richieste del personale. Tanto che era stato richiesto l’intervento di una pattuglia della Polizia Stradale. Lui, 43enne di origine argentina ma residente a Misano Adriatico, non ne aveva voluto sapere di indossarla neppure di fronte agli agenti.

Anzi ai poliziotti aveva mostrato un presunto referto medico in cui era scritto di essere esentato dall’uso dei dispositivi di protezione individuale. Dopo aver preso visione del documento gli agenti hanno fatto dietrofront e la faccenda sembra essersi conclusa. Ma le cose sono andate diversamente.

Il poliziotti hanno disposto alcuni accertamenti risalendo al documento originale dove non era fatta menzione di alcune esenzione dall’utilizzo delle mascherine e scoprendo quindi che il referto esibito il 3 settembre era contraffatto.

Il 19 novembre scorso la Procura di Rimini ha disposto con un decreto una perquisizione personale e locale a carico del soggetto che ha consentito di rinvenire e sequestrare il certificato contraffatto. Il quarantatreenne è stato denunciato in stato di libertà, per il reato di cui all’art. 482 del codice penale, per avere alterato un  referto medico al fine di poter circolare senza osservare l’obbligo di indossare la prevista mascherina.

 

Scroll Up