Home > Cronaca > Rimini, Finanza scopre 8 lavoratori in nero. Tre con reddito di cittadinanza

Rimini, Finanza scopre 8 lavoratori in nero. Tre con reddito di cittadinanza

La Guardia di Finanza di Rimini ha scoperto 8 lavoratori impiegati in Provincia “in nero”. Tre di loro percepivano in via del tutto il lecita il reddito di cittadinanza.

I rapporti di lavoro irregolari scovati dalle Fiamme Gialle riguardano tre settori. Quello turistico alberghiero, quello dell’intrattenimento e quello edile.

In particolare per quel che riguarda l’intrattenimento, sono stati scoperti tre addetti in servizio in un locale di Misano Adriatico e in forza in una cooperativa. Anche tre manovali di un cantiere edile a Rimini lavoravano in nero.

Per quel che riguarda i tre lavoratori che percepivano il reddito di cittadinanza, due dipendenti in nero di una società del riminese  sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per non aver comunicato l’avvio della propria attività lavorativa, per il terzo è stata chiesta la revoca del sussidio.

Invece a carico delle imprese che hanno impiegato i lavoratori “in nero” sono state elevate sanzioni amministrative per complessivi € 23.620,00 nel minimo inviandone comunicazione all’Ispettorato Territoriale del Lavoro per i provvedimenti di competenza.

Nel frattempo, a seguito dell’intervento delle fiamme gialle riminesi, la cooperativa a cui facevano riferimento i 3 addetti al servizio in locale di Misano, ha provveduto a versare alle casse dell’erario la somma di € 12.000,00 per la definizione delle sanzioni contestate all’esito del controllo.

 

 

Scroll Up