Home > Ultima ora welfare > Rimini, Giornata internazionale dell’Infermiere, in Provincia 2550 iscrizioni all’Ordine

Rimini, Giornata internazionale dell’Infermiere, in Provincia 2550 iscrizioni all’Ordine

Oggi, giovedì 12 maggio, si celebra la Giornata Internazionale dell’Infermiere, una ricorrenza nata in onore a Florence Nightingale, un’infermiera nata a Firenze il 12 maggio del 1820 e considerata la madre dell’infermieristica moderna.

La data è l’occasione utile per ricordare e sensibilizzare l’opinione pubblica verso l’importanza della figura dell’infermiere, un mestiere che in Provincia di Rimini conta circa 2550 iscritti all’Ordine delle Professioni infermieristiche. Il claim scelto quest’anno è “Ovunque, per il bene di tutti”.

“Voglio rivolgere il mio ringraziamento a nome di tutta l’amministrazione comunale a tutte le infermiere e gli infermieri di Rimini, donne e uomini che rappresentano una colonna portante e un pezzo insostituibile del nostro sistema sanitario e della nostra rete territoriale – dice l’Assessore alle Politiche per la Salute del Comune di Rimini Kristian Gianfreda -. Il valore di questa giornata sta appunto nel soffermarci a pensare all’impegno, all’abnegazione e alla passione con cui gli operatori svolgono giorno e notte il loro lavoro, unendo alle abilità operative anche la capacità di entrare in sintonia con il paziente, di essere empatici. La nostra sanità ha bisogno di loro e dunque l’ormai noto problema di una carenza di organico infermieristico va risolto in tempi brevi, senza aspettare che l’insufficienza di personale cresca ancora. Io penso sia arrivato il momento di premiare il loro operato e le loro competenze anche sotto il profilo di un maggiore riconoscimento economico”.

“Il lavoro delle infermiere e degli infermieri – aggiunge l’Assessore Gianfreda – è e sarà un’architrave fondamentale nella costruzione di un nuovo modello sanitario su cui come ente comunale e come distretto di Rimini Nord stiamo investendo: un sistema integrato di servizi socio sanitari sempre più ‘vicini’ ai cittadini e decentrati. Un approccio innovativo, ‘di prossimità’, all’interno del quale un ruolo fondamentale sarà rivestito dal progetto dell’’Infermiere di Comunità allo scopo di potenziare l’assistenza domiciliare e stabilire con le persone un rapporto più diretto”.

Ultimi Articoli

Scroll Up