Home > Ultima ora Attualità > Rimini. Giudice di Pace annulla multa dello “Speed Scout”

Rimini. Giudice di Pace annulla multa dello “Speed Scout”

Il giudice di pace Federico Tocco ha accolto un ricorso annullando il un verbale della polizia municipale a un automobilista per una violazione del codice della strada rilevata con il dispositivo Speed Scout.

Annullamento ampiamenti scontato come già scritto da chiamamicitta.it in un articolo a firma di Leonardo Carmine Pistillo.

“Lo Scout Speed viene montato sulle auto della Polizia Municipale sia quelle cosiddette di “ordinanza” che su quelle “civetta”, mentre sono in movimento. È una piccola telecamera, posta sul vetro anteriore, in corrispondenza dello specchietto retrovisore, (generalmente), in grado di rilevare, in tempo reale, la velocità delle auto che camminano sulla stessa carreggiata dell’auto della polizia (sia avanti che dietro), che nell’opposto senso di marcia.”

Tuttavia l’art.142 comma 6-bis del Codice della strada, prevede l’obbligo di segnalare le “postazioni di controllo su strada”, senza distinzione tra postazioni fisse e mobili.”

L’automobilista, assistito dall’avvocato Marina Cucchiarini, nel ricorso ha sostenuto la nullità del verbale di accertamento per la mancanza di segnalazione, fissa o mobile, di avviso di rilevazione della velocità con apparecchiatura elettronica “scout speed” o autovelox nella via dove veniva rilevata l’infrazione. Il giudice di pace ha anche condannato il Comune di Rimini al rimborso della spesa di 43 euro.

Scroll Up