Home > Ultima ora Attualità > Rimini: Graziano Urbinati nuovo presidente Federconsumatori

Rimini: Graziano Urbinati nuovo presidente Federconsumatori

Il Consiglio Direttivo di Federconsumatori Rimini, che si è tenuto ieri, alla presenza del Presidente Regionale Marcello Santarelli e del Segretario Confederale della CGIL di  Rimini Isabella Pavolucci, ha eletto il nuovo presidente Provinciale in sostituzione di quello dimissionario Pecorari Enrico. Graziano Urbinati 59 anni, con alle spalle diverse esperienze lavorative, ex dipendente SCM, è stato delegato sindacale e ha poi ricoperto vari incarichi Provinciali fra i quali  quelli di Segretario Generale FIOM – CGIL e Segretario Generale CGIL . 

Oltre ai ringraziamenti per il lavoro svolto dal Presidente uscente, nell’occasione Graziano Urbinati ha voluto sottolineare l’importanza del ruolo dei consumatori in una fase di rapidi e profondi mutamenti che la società digitale impone. 

Sostenibilità ambientale e sociale, sostenibilità finanziaria, crescenti diseguaglianze, sfruttamento e attacco ai diritti, sopratutto delle fasce più esposte, migranti e donne.

Un nuovo modello di sviluppo, una sostenibilità dei consumi e una sostenibilità sociale: energia, acqua, alimentazione, sanità e cura, trasporti e mobilità, necessitano di qualità e fruibilità da parte dei cittadini del nostro territorio, occorre un cambiamento dal punto di vista dei consumi e dei nostri stili di vita, che non possono essere determinati e orientati dai big data e dagli algoritmi.

Per la Federconsumatori di Rimini l’autonomia e l’apartitismo non sono in discussione, ma non sarà mai indifferente nel merito delle scelte che farà la politica – recita un comunicato – la qualità delle nostre società e la democrazia sono un punto fermo per la Federconsumatori. Occorre la tutela dei consumatori della nostra provincia, intervenire sul mercato, sui prezzi, sulle tariffe, sull’accesso ai servizi, tutelare il risparmio e la salute, fermare il consumo del suolo e riqualificare le aree urbane, queste saranno le  priorità che verranno esercitate con una confronto diffuso e e con la tutela individuale presso la rete degli sportelli provinciali di Federconsumatori”.

Scroll Up