Home > Ultima ora cronaca > Rimini, il ciclista Rossi accusato per doping assolto dopo 10 anni

Rimini, il ciclista Rossi accusato per doping assolto dopo 10 anni

Era stato arrestato dai Nas nel settembre 2010 Enrico Rossi, oggi 39 anni, ciclista professionista coinvolto in un’operazione antidoping che aveva visto indagate 35 persone fra Roma e Rimini. Tutti appartenenti o nell’entourage di squadre dilettantistiche e professionistiche su cui pesava l’accusa di associazione a delinquere dedita al traffico illecito di sostanze dopanti.

A Rossi, cesenate che si è stabilito a Rimini, era stato addossata l’imputazione di ricettazione. Dopo oltre 10 ani di calvario giudiziario, nei giorni scorsi il Tribunale di Rimini l’ha assolto perché il fatto non sussiste.

Nel procedimento erano finiti anche  medici sportivi, preparatori atletici, farmacisti e frequentatori di palestre, con 40 perquisizioni domiciliari e personali nelle province di Roma, Rimini, Forlì-Cesena, Modena, Prato, Bergamo, Reggio Emilia, Milano, Pistoia, Parma, Latina, Perugia e Bari. Anche la sorella di Enrico Rossi, la campionessa di ciclocross Vania compagna di Riccardo Riccò, era stata in precedenza accusata di aver usato EPO CERA e poi assolta.

Scroll Up