Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Rimini, il cinema Tiberio propone il 3 e 4 maggio “In the Mood for Love”

Rimini, il cinema Tiberio propone il 3 e 4 maggio “In the Mood for Love”

Il Cinema Tiberio di Rimini propone lunedì 3 e martedì 4 maggio alle ore 19.30 (martedì anche ore 17, biglietti interi € 7, ridotti € 6, Tiberio Club € 5) il capolavoro di Wong Kar-wai, restaurato in 4K dal Laboratorio L’Immagine Ritrovata di Bologna e dalla Criterion di New York, In the Mood for Love con Tony Leung e Maggie Cheung. Il film, uscito nel 2000, è ambientato ad Hong Kong nel 1962. Un uomo e una donna, il signor Chow e la signora Chan. Due dirimpettai che si trovano a vivere un amore casto e clandestino. Due attori meravigliosi, Maggie Cheung e Tony Leung Chiu-wai, che hanno spalancato le porte dell’Occidente agli splendori del nuovo cinema asiatico. Un melodramma intenso e raffinatissimo che ha davvero fatto epoca. Non tanto love story, come spiega lo stesso Wong Kar Wai, quanto «l’analisi dei possibili sviluppi di una vicenda sentimentale».

Proseguono a grande richiesta le repliche di Nomadland di Chloé Zhao, fresco vincitore di tre prestigiose statuette (miglior film, miglior regia e migliore attrice protagonista) che si aggiungono al Leone d’Oro a Venezia 2020, ai quattro premi BAFTA e ai due Golden Globe vinti in precedenza. Mercoledì 5 maggio è disponibile la proiezione in versione originale con sottotitoli in italiano (esaurito lo spettacolo delle ore 19.30, posti disponibili per la proiezione delle ore 16) e le repliche del film in versione italiana sono previste da giovedì 6 a domenica 9 maggio (proiezioni alle ore 19.30, sabato e domenica anche alle ore 16, biglietti interi € 7, ridotti € 6, Tiberio Club € 5) e

Il film, interpretato da Frances McDormand (attrice che arriva a tre Premi Oscar per le sue interpretazioni), Linda May e David Strathairn, è ambientato ad Empire, stato del Nevada. Qui la fabbrica presso cui Fern e suo marito Bo hanno lavorato tutta la vita ha chiuso i battenti, lasciando i dipendenti letteralmente per strada. Anche Bo se ne è andato, dopo una lunga malattia, e ora il mondo di Fern si divide fra un garage in cui sono rinchiuse tutte le cose del marito e un van che la donna ha riempito di tutto ciò che ha ancora per lei un significato materico. Vive di lavoretti saltuari poiché non ha diritto ai sussidi statali e non ha l’età per riciclarsi in un Paese in crisi, e si sposta di posteggio in posteggio, cercando di tenere insieme il puzzle scomposto della propria vita. Chloé Zhao, cinese di nascita, già autrice dell’acclamato The Rider – il sogno di un cowboy, racconta ancora una volta l’America che ama: quella dei grandi spazi, di cui filma i limiti tanto quanto l’assenza di confini, e della solidarietà fra coloro che si ritrovano ai margini, in questo caso a causa di un welfare e di un sistema sanitario inesistenti.

Al Premio Oscar 2021 si aggiungeranno a giorni altri eventi che verranno comunicati a breve, con il ritorno delle “buone abitudini” della sala riminese tra arte, opere, balletti e film in versione originale.

Biglietteria on line disponibile su www.liveticket.it: l’acquisto on line è fortemente consigliato.

La capienza attuale della sala, secondo le norme vigenti di sicurezza, è di 58 posti con le sedute a distanza di un metro, ai sensi del protocollo Covid.

 

Ultimi Articoli

Scroll Up