Home > Primo piano > Rimini: incidenti, degrado urbano, vista red: il bilancio del 2019 della Polizia Municipale

Rimini: incidenti, degrado urbano, vista red: il bilancio del 2019 della Polizia Municipale

E’ stato un anno molto intenso e con importanti risultati quello che emerge dal report sull’attività svolta nel 2019 che il Comando della Polizia municipale del Comune di Rimini rende noto in prossimità del 20 gennaio, festa di San Sebastiano, patrono del Corpo della Polizia Locale. Una mole di dati che non solo restituisce un quadro d’insieme nella quantità dell’azione della Polizia locale riminese, ma che ne definisce i campi prioritari in cui i 177 agenti riminesi e i loro 18 ufficiali sono impegnati, dalla Sicurezza Urbana, a quella stradale, all’insieme delle attività amministrative a e di controllo dell’edilizia e dell’ambiente per terminare con l’opera di educazione stradale nelle scuole per diffondere la sicurezza nelle sue più articolate forme. Da evidenziare come importanti risultati siano dovuti anche di importanti novità, tecnologiche, come i sistemi di Videosorveglianza o a contrasto della velocità, ma anche relative all’organizzazione del servizio come avvenuto con la costituzione dell’Unità cinofila che sta operando con grande efficacia a supporto degli agenti impegnati nelle attività legate alle zone di spaccio cittadine e di sicurezza urbana.

Su questo fronte, quello della Sicurezza urbana da segnalare come grazie ad accordi regionali o a progetti ministeriali sia stato possibile implementare le risorse materiali che hanno consentito, ad esempio, nel quadro del Progetto Scuole Sicure l’acquisto di nove telecamere posizionate all’esterno dei plessi scolastici di scuole secondarie di I° e II° grado o del veicolo del nucleo cinofilo per facilitare il servizio antidroga (servizio effettuato con ausilio di cani), o per l’organizzazione della mostra e degli incontri frontali sul tema dipendenze da droghe e legalità.

Tra i progetti di qualità da evidenziare anche quello per la sicurezza urbana notturna che ha consentito, già da alcuni anni, potenziamento dei servizi di controllo e presidio del territorio in orario notturno, oltre l’orario di servizio previsto.

PRINCIPALI ATTIVITA’ SVOLTE DURANTE IL SERVIZIO dalle ore 1 alle 7 2019
veicoli controllati 2656
sanzioni al cds 192
controlli alle intersezioni e/o strade connotate da alta incidentalità 738
controlli in aree degradate utilizzate per l’esercizio della prostituzione e/o ricovero di persone senza fissa dimora 511
controlli relativi al fenomeno della prostituzione 428
controlli ad attività economiche per la tutela dell’inquinamento acustico 166
controlli vari richiesti dalla CRO 259
controllo per la guida in stato d’ebrezza art.186 cds 700
violazioni elevate per art.186 cds 95
patenti ritirate per art.186 cds 68

 

Sul fronte della Videosorveglianza sono ormai un centinaio le telecamere installate sul territorio comunale, un vero e proprio network di telecamere di ultima generazione che controllano i punti nevralgici del territorio riminese per garantire maggiore sicurezza, alle quali si aggiungono 20 telecamere che monitorano in maniera costante i cinque importanti sottopassi ferroviari del territorio. Apposite unità di elaborazione e di memorizzazione consentono la gestione dei dati, mentre iluore del network è la sala radio operativa della Polizia Locale, dove operatori appositamente formati sono addetti alla gestione della videosorveglianza.

Nel corso del 2019 sono state 7208 le persone controllate nel quadro dell’attività di controllo delle aree degradate che ha portato a 24 arresti, a 20 accompagnamenti per l’identificazione, a 2086 servizi di controllo relativi nello specifico a insediamenti di nomadi e extracomunitari, mentre 2916 sono stati quelli di controllo nelle aree verdi.

Su alcuni diversi fronti il Comune di Rimini ha assunto la decisione di intervenire con proprie ordinanze per dare strumenti più efficaci d’intervento alle forze dell’ordine nel loro complesso, sul fronte del contrasto alla prostituzione in strada – sono state 181 le sanzioni mentre 9 le denunce effettuate dagli agenti – e contro il consumo di bevande alcoliche in alcune aree pubbliche del centro storico elevando grazie all’ordinanza entrata in vigore negli ultimi due mesi del 2019 6 sanzioni. Una netta diminuzione del fenomeno del cosiddetto gioco delle 3 campanelle si è registrato nel 2019 soprattutto grazie all’arresto di ben 12 “pallinari” avvenuto nell’estate del 2018, che hanno portato a un consistente effetto deterrenza (solo9 le sanzioni lo scorso anno).

Accanto alla sicurezza urbana la sicurezza stradale. 135855 sono stati i veicoli sottoposti a controllo dagli agenti di Polizia locale riminesi nel quadro delle attività sulla strada su cui sono stati impegnati nel corso del 2019. Tra i diversi servizi effettuati anche quelli di viabilità (1951), presidio delle scuole (2.578), soccorso a utenti in difficoltà (4012), controlli alcolimetrici effettati 4012, controllo veicoli abbandonati 241. Sono state 51150 le infrazionirilevate con l’ausilio della strumentazione elettronica come autovelox, vigile elettronico, vista red, speed scout, ecc.. 29126 le violazioni relative alla velocità rilevate dagli autovelox operanti in sede fissa su via settembrini di fronte all’Ospedale (13873) e su via Euterpe (15253). In crescita, anche per l’entrata in servizio di nuove installazioni come in via della Gazzella, le sanzioni rilevate agli incroci semaforici dalle telecamere

PARVC (VISTA RED) Anno 2019
– via Principe Amedeo/Perseo 2425
– via J.Planco/Marzabotto/Di Mezzo 1519
– via Siracusa/Tommaseo 1461
– via Beltramini/Sacramora (solo direzione monte/mare da agosto 2018) 587
– S.S.72/Della Gazzella (in funzione da agosto 2019) 2701
TOTALE 8693

1425 sono stati gli incidenti stradali rilevati dagli operatori della Polizia municipale di Rimini nel corso del 2019, di cui ben 776 con feriti e otto con conseguenze mortali.

Le principali violazioni accertate negli incidenti rilevati dalla Polizia locale di Rimini nel 2019 sono da addebitarsi al mancato controllo del veicolo da parte del conducente, ben 138, seguiti dalla mancata precedenza all’intersezione con segnale (87) o arresto all’intersezione (68), cambiamento di direzione – pericolo ed intralcio (60), mancata precedenza a destra (44) o a pedoni (31), apertura della portiera senza verificare il pericolo (21), velocità pericolosa alle intersezioni (21), non osservanza della distanza di sicurezza (10).

reati del codice della strada per cui si è proceduto Anno 2019
– omissione di soccorso 55
– omicidio stradale (legge n.41 del 23/03/16 – art.589-bis c.p.) 8
– lesioni strad.gravi/gravissime (legge n.41 del 23/03/16 art.590-bis c.p.) 27
– guida in stato d’ebrezza o dopo aver assunto sostanze stupefacenti 40

In crescita sostenuta anche tutte le attività più amministrative ma fondamentali per lo svolgimento della vita civile di una comunità come le pratiche anagrafiche evase (9643), l’evasione delle pratiche informative (10026), le ordinanze di servizio emesse (644), così come i controlli per il rispetto nell’esercizio delle attività commerciali della normativa e dei regolamenti che ne disciplinano l’esercizio. Tra queste le attività di rivendita degli alcolici su cui sono stati effettuati 489 controlli.

POLIZIA AMMINISTRATIVA
Anno 2019
controlli polizia amministrativa 2170
pubblici esercizi 212
strutture ricettive 145
attivita’ commerciali (d.lgs.114/989) 563
commercio su area pubblica 197
artigiani 28
estetisti/parrucchieri 14
pubblico spettacolo 6
attività tulps (ag. affari, viaggi ecc.) 32
circoli privati 7
notizie di reato 25
sequestri amministrativi 45
controllo vendita alcoolici 489
sanzioni 86
controllo inquinamento acustico 325
sanzioni 60
occupazione suolo pubblico 202
sanzioni 84
regolamento valorizzazione offerta commerciale 54
sanzioni 22

 

Un’attività di controllo che è estesa anche a due settori importanti della vita cittadina, quello della Polizia Ambientale specie nei cantieri edili (5462 il totale dei controlli) e a contrasto dell’abusivismo commerciale, che registra a fine anno 973 rinvenimenti di merce e 87 sequestri amministrativi.

“E’ un impegno importante – è il commento dell’assessore alla Sicurezza Jamil Sadegholvaad – che da solo un quadro asettico dell’attività che i nostri operatori con professionalità e sacrificio svolgono ogni giorno sulla strada e al servizio dei propri cittadini, anche ora quando dopo un anno così denso siamo alla vigilia di importanti scadenze che dovranno contare sul loro impegno come lo svolgimento del Sigep ormai alle porte. Per questo un ringraziamento sentito che si affianca all’orgoglio delle tante cose che insieme siamo riusciti a fare e che sicuramente, fianco a fianco faremo nel prossimo futuro.”

 

 

Scroll Up