Home > Ultima ora Attualità > Rimini: Intervista a Luca Giorgi. Il fumettista nato in Riviera

Rimini: Intervista a Luca Giorgi. Il fumettista nato in Riviera

Luca Giorgi, fumettista riminese classe ’86, è uno degli inchiostratori di Topolino, il celebre settimanale Disney. Recentemente ha anche illustrato il volume “La libertà del mare” dedicato alla sua Rimini e all’Isola delle Rose. Lo abbiamo incontrato per una breve chiacchierata. 

Come nasce la tua passione per il fumetto e come sei riuscito a trasformarla in un lavoro?

La passione nasce fin da bambino. Sono nato e cresciuto in riviera e nelle edicole sono sempre presenti le “bustone”, buste che raccoglievano tre fumetti, che mio babbo mi comprava così avevo da leggere per tutta la settimana fino alla domenica seguente quando saremo tornati in edicola. Il primo fumetto letto in assoluto fu “Zagor contro l’uomo lupo” seguito poi da centinaia di Topolino, Uomo Ragno, Hulk e X-Men. Nei pomeriggi copiavo le figure e cercavo di inventare nuove storie. Poi a 15 anni ho preso parte al corso di fumetto tenuto alle Acli di Rimini e quì Stefano Babini, Davide Fabbri e Mauro Masi mi hanno insegnato le basi del mestiere alimentando la mia passione. Negli anni ho proseguito e approfondito lo studio del fumetto, frequentando un corso di colorazione digitale tenuto da Fabrizio Pasini, fino a vincere dei concorsi. A 24 anni è arrivato il mio primo incarico come inchiostratore per le Edizioni Dentiblù e da allora continuo il mio lavoro come disegnatore, inchiostratore e colorista.

La Libertà del Mare” è il secondo libro di Salvatore Primiceri, dopo “Mattia e la Matita Magica” di cui hai realizzato le illustrazioni a colori insieme a Ivan Zoni. Come è nata questa collaborazione e cosa ti piace di questa esperienza? Come è stato disegnare Rimini?

Ho conosciuto Salvatore Primiceri a Riminicomix, fiera storica di fumetti e cartoni animati, dove aveva uno stand e ho partecipato agli incontri che teneva sul diritto d’autore. Da li è nata in primis un’amicizia e poi una collaborazione professionale che ci ha portato a realizzare questi due libri oltre che alcuni corsi di fumetto. È stato proprio al rientro da uno di questi corsi che Salvatore mi ha proposto di illustrare “La libertà del mare”. La storia era bella ed era ambientata nella mia città. Inoltre, lavorare nel testo precedente con Ivan Zoni, che è un bravissimo professionista, era stato divertente e formativo perciò ho accettato subito. Disegnare Rimini è stato piacevole perché non mi accadeva da un po’ e siccome ero un “disegnatore sul posto” sono andato in giro con il taccuino appuntandomi gli scorci che volevamo riportare nella storia.

La Libertà del Mare” parla di Rimini e dell’Isola delle Rose. Secondo te qual è il motivo per cui la storia dell’Isola esercita ancora oggi un così grande fascino?

Per il senso di totale libertà che ne scaturisce e che ancora ammanta la visione dell’ingegner Rosa. Chi non vorrebbe un’isola tutta sua dove sentirsi libero? Penso che se lo stato all’epoca non avesse abbattuto, con un vero e proprio atto di guerra, l’isola delle Rose oggi al largo di Rimini ci sarebbe un’incredibile “Water World”.

Attualmente a cosa stai lavorando? 

Da due anni collaboro con Topolino. È per me un’emozione e un onore, inchiostrare le storie di Casty di cui ho finito le chine delle nuove avventure da non perdere che usciranno a Lucca Comics a novembre. Parallelamente ho inchiostrato anche la storia di un altro mitico personaggio: The Phantom (l’uomo mascherato in Italia, ndr), disegnato egregiamente da Massimo Gamberi. Il volume verrà pubblicato dalla casa editrice australiana Frew Publications che festeggia quest’anno i suoi 70 anni di pubblicazioni ininterrotte dell’eroe di Lee Falk. Sarà perciò un autunno ricco di storie che tengo molto a farvi leggere. Se vi va ti seguirmi il mio blog è www.lucagiorgicomics.com

Scroll Up