Home > Cronaca > Rimini invasa dai “maranza” per video clandestino del rapper Zefe

Rimini invasa dai “maranza” per video clandestino del rapper Zefe

Rimini invasa da decine di ragazzini urlanti, che corrono dalla stazione a Marina centro, bloccando anche per qualche minuto la circolazione. Un blitz tuttavia pacifico e che non ha provocato alcun danno, che doveva solo servire per girare le riprese di un clip musicale.

Il video a sorpresa filmato per strada è uno dei marchi di fabbrica dei rapper. Questa volta è stata di opera Zefe, al secolo Kazir Siffedine, 19enne di origini marocchine che vive a Novara. Sabato sera verso le 21.30 un gruppo di giovanissimi acconciati da “maranza”- i ragazzini delle baby gang – guidato dal cantante è partito da piazzale Cesare Battisti e di corsa è entrato in viale Principe Amedeo percorrendola fino al mare, gridando frasi ritmate e ballando riprendendosi con i telefonini.

Grande lo sconcerto di passanti e automobilisti, che non sapevano cosa diamine stesse accadendo. Essendosi anche trovati bloccati in fila in auto per qualche minuto, in molti hanno chiamato la Questura per dare l’allarme.

Sul posto sono immediatamente giunte quattro volanti, ma il gruppo dei ragazzini, una sessantina, si era già disperso. Non sono stati rilevati danni di alcun tipo e nessuna persona è stata importunata.

Non è quindi scattata alcuna denuncia, anche se per questo tipo di operazioni sarebbe richiesto un permesso preventivo. Ma violare le regole, almeno in modo veniale, fa parte della filosofia “trapper”, il rap più estremo anche dal punto di vista musicale, con l’uso immancabile dell’autotune  per cantare a tempo con un riverbero della voce in sottofondo. Voci che raccontato storie di gang e microcriminalità, pesanti allusioni sessuali e streotipati sogni di evasione dal disagio delle periferia. Per esmpio con videogiochi o verso destinazioni come la riviera romagnola immaginata come la Florida: “GTA Vice city“, secondo Zefe. Grand Theft Auto: Vice City è stato uno dei giochi più venduti al mondo per PlayStation 2, ambientato in una città immaginaria modellata su Miami.

E “Senza regole” è non a caso uno dei brani più gettonati di Zefe. Le immagini girate a Rimini faranno parte del video di “Playa”, già rilasciato sui social in anteprima.

Il testo recita:

Ah-ah, la playa, chico
Scappiam dal cielo grigio
Lascia i problemi [?]
Fu-fuck, fuck allo sbirro
È il rumore della citta [?]
Gang, gang, [?]
Bang, bang, se [?] coi fratè
Jack Miel fino a mattina
Zatla, la weeda.

Zefe ieri ha postato su Instragrm i filmati e ringraziato i ragazzi che gli hanno dato una mano per le riprese: “Rimini avete spaccato ieri”.

In passato era andata peggio. Nell’aprile del 2021, sempre per girare un vodeo clandestino di Zefe, circa 300 ragazzini si erano radunati a Milano nei pressi di piazzale Selinunte. L’arrivo delle forze dell’ordine era stato accolto lanci di sassi, bottiglie e bastoni, mentre un giovane incappucciato brandiva un machete. Secondo gli investigatori quel ragazzo sarebbe stato proprio lo stesso Zefe, denunciato per porto abusivo di armi nonchè per violazione dell’obbligo di dimora che avrebbe dovuto osservare dopo una rissa a cui aveva preso parte a Novara.

Ultimi Articoli

Scroll Up