Home > Ultima ora cronaca > Rimini, la Pasqua è blindata: arrivano i Carabinieri da Bologna. Già 45 le sanzioni

Rimini, la Pasqua è blindata: arrivano i Carabinieri da Bologna. Già 45 le sanzioni

In concomitanza dell’arrivo delle festività pasquali, i Carabinieri del Comando Provinciale di Rimini hanno dato avvio a straordinari servizi di controllo del territorio, concentrati soprattutto sul controllo della circolazione stradale e sulla vigilanza nei centri turistici della Provincia (Rimini, Riccione, Cattolica, Bellaria Igea Marina, Santarcangelo di Romagna, Talamello etc.).

Nell’ambito della Provincia è stata predisposta una pianificazione che vedrà mediamente l’impiego giornaliero di 85 pattuglie, con un ulteriore elemento di novità: la presenza di rinforzi del Reggimento Carabinieri di Bologna lungo il litorale della riviera riminese e di altri centri turistici, ove è prevedile l’afflusso di cittadini insofferenti alle attuali restrizioni per l’emergenza COVID-19.

In particolare, in questo fine settimana sono già stati presidiati con posti di controllo e posti di blocco la via Adriatica, la via Emilia nonché le principali strade consolari e altre strade minori, nel corso della quale il Prefetto della Provincia di Rimini – D.ssa Alessandra Camporota – e il Col. Giuseppe Sportelli, Comandante Provinciale dei Carabinieri, hanno incontrato i Militari impegnati in tali servizi ringraziandoli per il gravoso e importante servizio assolto e formulando a loro e le rispettive famiglie i più fervidi voti augurali.

Nel quadro di tale dispositivo, attuato anche con l’ausilio del “pattugliamento” aereo svolto con Elicottero proveniente dall’Elinucleo di Forlì-Cesena, i Militari dell’Arma nelle ultime 24 ore hanno già controllato 241 persone e 12 esercizi, nel corso della quale a 45 persone sono state variamente contestate l’inosservanza delle disposizioni anti-covid19 in riferimento al rispetto del Decreto del P.C.M. del 9 marzo e successive modifiche e da ultimo del Decreto del P.C.M. nr. 19 del 25.03.2020 che prevede per gli inottemperanti una sanzione pecuniaria da Euro 400,00 a Euro 3.000,00.

 

Ultimi Articoli

Scroll Up