Home > Ultima ora cronaca > Rimini, l’avvocatessa è stata aggredita dagli amici del figlio

Rimini, l’avvocatessa è stata aggredita dagli amici del figlio

Era stata aggredita e scippata in pieno centro, gettata per terra e ferita alla testa. Era accaduto il 28 gennaio verso le 20 a Tatiana Mazzotti, 49enne avvocatessa riminese, in via vicolo Mastini, tra le vie Mentana e Angherà, quando era da poco uscita dal suo studio in via Soardi.

L’aggressione, è avvenuta in due fasi e compiuta da altrettanti malviventi. Andato a vuoto il primo tentativo di strapparle la borsa da parte di un primo scippatore, ne è spuntato un secondo che ha gettato a terra la donna facendole sbattere la testa contro uno spigolo di marmo di un portone per poi portarsi via il bottino.

La professionista aveva riportato una brutta ferita alla testa e diverse contusioni. Medicata al pronto soccorso, le si sono dovuti applicare 60 punti di sutura sulla fronte. La prognosi è stata di 25 giorni. La borsa conteneva effetti personali, agenda con gli appuntamenti, cellulare e chiavi.

Le indagini della Polizia hanno puntato sulle telecamere di videosorveglianza presenti in centro. Un lavoro meticoloso che sembra abbia dato i primi risultati. Ci sono due indagati, a cui è stato già consegnato l’avviso di garanzia per rapina e lesioni gravi.

Ma l’amara sorpresa è che potrebbero essere tra i migliori amici del figlio dell’avvocatessa aggredita. Uno dei due ha 17 anni.

Ultimi Articoli

Scroll Up