Home > Ultima ora cronaca > Rimini, l’etilometro dei Vigili fa strage di patenti in piazza Marvelli

Rimini, l’etilometro dei Vigili fa strage di patenti in piazza Marvelli

E’ stata una notte di controlli quella tra venerdì e sabato scorso a cui si sono dedicati gli agenti in borghese della Squadra Giudiziaria della Polizia Locale di Rimini.  Con un posto di controllo in Piazza Marvelli sono stati fermati e controllati oltre 20 veicoli che transitavano sui viali. Un servizio svolto dall’una alle sette del mattino di sabato, per la tutela della sicurezza stradale e il contrasto all’alcol, nel quale sono state fatte in tutto 6 sanzioni per guida in stato d’ebrezza, tra cui 3 patenti ritirate e 2 sanzioni elevate a giovani neopatentati, perché sorpresi dalla pattuglia con un tasso oltre lo zero.
Un servizio che ha consentito di fermare numerosi giovani che alla guida dei propri veicoli e sottoposti all’alcol test, hanno rivelato in alcuni casi, valori superiori a quanto consentito dal codice della strada.
Tra le 6 sanzioni contestate, 3 son state quelle che hanno compromesso la patente di guida, ovvero che hanno fatto registrare un tasso alcolemico con un valore oltre lo 0,5 grammi per litro. Per ciascuno di loro è scattato il ritiro della patente, oltre alla sanziona amministrativa, come prevede il comma 2 dell’articolo 186 del Codice della Strada.
2 invece sono state le sanzioni elevate a giovani neopatentati, perché sorpresi dalla pattuglia con un tasso oltre lo zero, tra queste una ragazza minorenne. Un’altra ragazza a bordo di un monopattino ha fatto segnare allo strumento un tasso alcolemico pari a 1,72 grammi per litro, ovvero 3 volte superiore alla soglia. Per lei nessun ritiro di patente ma comunque la denuncia prevista dall’articolo 186 del codice della strada.

La guida in stato di ebbrezza, punita con l’articolo 186 del Codice della strada, può avere conseguenze molto gravi in quanto comporta l’alterazione dello stato psicofisico, della capacità di concentrazione e dei riflessi. Come noto il conducente di un veicolo non deve superare lo 0,5 g/l di tasso alcolemico, ma scende allo 0,00 g/l per alcune categorie come i conducenti professionali (autonoleggio con conducente o taxi) per i quali vige il divieto assoluto di bere alcolici, anche in minima quantità. Per tutti gli altri, se trovati positivi, le sanzioni sono severe e partono dalla sospensione della patente, 10 punti di decurtazione con l’aggiunta di una sanzione amministrativa pesante, che raddoppia in caso di incidente stradale (previsto anche il fermo amministrativo del veicolo per 180 gg), per coloro sorpresi alla guida con un tasso alcolemico compreso fra 0,5 e 0,8 g/l, ma che diventa penale già da chi registra un tasso tra lo 0,8 e l’ 1,5 gl. In questo caso la sanzione amministrativa ammenda o arresto, le pene pecuniarie si aggravano ed è anche previsto il sequestro amministrativo finalizzato alla confisca se il conducente è alla guida di un ciclomotore o motociclo. Pene destinate a crescere se il tasso registrato supera 1,5 g/l. Per alcune categorie come i conducenti di età inferiore ai 21 anni o i neo patentati ovvero coloro che hanno conseguito la patente B da meno di 3 anni la sanzione viene ulteriormente inasprita.

Ultimi Articoli

Scroll Up