Home > Ultima ora welfare > Tumori alla prostata, a Rimini diagnosi precoce ne scopre di più e aumenta sopravvivenza

Tumori alla prostata, a Rimini diagnosi precoce ne scopre di più e aumenta sopravvivenza

Presentata con una conferenza stampa presso la sede LILT Rimini la campagna “Percorso Azzurro” – LILT for MEN, campagna di sensibilizzazione dei tumori maschili che si svolge nel mese di novembre (dal 20 al 28).

Sono intervenuti il dr. Mario Marzaloni Presidente della LILT Rimini, il dr. Stefano Melotti (Urologo) e la dott.ssa Laura Lasi Consigliere LILT Rimini. La mission della LILT è da sempre la Prevenzione oncologica, così il dr. Marzaloni apre la conferenza stampa.

“A Rimini si svolge prevalentemente attività di prevenzione primaria nelle scuole con progetti ad hoc sui corretti stili di vita per promuovere il benessere psico-fisico dei ragazzi sana e corretta alimentazione, lotta al fumo, lotta all’abuso di alcol, lotta alla sedentarietà e promozione dello sport e del movimento. Non abbiamo ambulatori LILT (come in altre sedi in Italia) per svolgere visite e screening di
prevenzione oncologica, ma vogliamo comunque appoggiare concretamente le campagne di sensibilizzazione nazionali e portare un concreto apporto al territorio.

Per questo, come è successo per il mese rosa (ad ottobre) per il tumore al seno, offriamo a novembre la possibilità a 40 uomini con età compresa tra i 50 ed i 70 anni della provincia di Rimini di poter fare una visita preventiva gratuita per il tumore alla prostata,
grazie alla collaborazione del Poliambulatorio Valturio che da diversi anni ci appoggia e ci affianca in queste campagne importanti”.

Sarà il dr. Stefano Melotti, Urologo, che effettuerà le visite preventive offrendo la propria professionalità e disponibilità per questa buona causa. “Il cancro alla prostata è il tumore più frequente nei maschi nei paesi occidentali, in Italia sono stati diagnosticati 36000 nuovi casi nel 2020 con 7200 decessi. La sopravvivenza in Italia a 5 anni è del 91%. A Rimini il dato è migliore (94-95%) anche se la incidenza dei casi è più alta, dovuta verosimilmente ad una prevenzione più capillare.

Attualmente il Italia vi sono 564000 uomini con diagnosi di tumore alla prostata. La probabilità di sviluppare un cancro alla prostata è di 1 su 8. Il 70% degli uomini con più di 80 anni ha una diagnosi di tumore alla prostata. L’attuale campagna tende a promuovere la sensibilizzazione a iniziare i controlli preventivi sulla popolazione maschile dai 50 ai 70 anni.

I passi della prevenzione del tumore alla prostata sono questi: PSA (antigene prostata specifico) che determina una “sofferenza” aspecifica prostatica, Esplorazione Rettale che può evidenziare alterazioni della forma e della consistenza della prostata. Successivamente, se le precedenti sono dubbie o sospette: Ecografia prostatica transrettale con eventuali biopsie. Se permane il dubbio eventuale Risonanza Magnetica Multiparametrica prostatica e successive biopsie.” (dr. Melotti)


In occasione della Campagna Nazionale di sensibilizzazione dei tumori maschili Percorso Azzurro – LILT for Men , la LILT Associazione Provinciale di Rimini in collaborazione con il Poliambulatorio Valturio, che affianca da diversi anni la LILT nei progetti di prevenzione,
e con il dott. Stefano Melotti (Urologo) offre a 40 uomini di età compresa tra i 50 ed i 70 anni una visita gratuita di prevenzione specifica per il tumore della prostata esclusivamente nelle giornate di mercoledì 24 novembre e giovedì 25 novembre dopo
le ore 16,00 presso il Poliambulatorio Valturio.
Le prenotazioni si effettuano esclusivamente telefonando alla segreteria della LILT Rimini (0541 56492) lunedì-mercoledì-venerdì dalle 16, alle 18,00 , martedì e giovedì dalle 10,00 alle 12,00 oppure inviando una mail a liltrimini@gmail.com.
Per chi prenota è utile presentarsi con l’esame del PSA recente.

Ultimi Articoli

Scroll Up