Home > Ultima ora politica > Rimini, Luigino Garattoni: “Sarà perché i morti non votano ma i lavori al cimitero non vanno avanti”

Rimini, Luigino Garattoni: “Sarà perché i morti non votano ma i lavori al cimitero non vanno avanti”

Sarà perché i defunti non votano che questo luogo non merita attenzione. I familiari dei defunti però votano.

Ho inviato – scrive Luigino Garattoni di Coraggiosa Rimini – negli anni passati ai giornali due lettere per sottolineare il degrado che interessa l’entrata del cimitero monumentale di Rimini lato mare.

La prima lettera era del  luglio 2019 e la successiva nel novembre 2020. 

Sono oltre due anni che chiedo un intervento conservativo – prosegue la nota di Garattoni – e di riqualificazione dell’ingresso del cimitero lato mare. Purtroppo debbo constatare che dopo oltre due anni nulla è cambiato. Forse il cimitero non merita la stessa attenzione dei lungomari ma siccome spesso si cita la memoria e il ricordo delle persone venute a mancare come fattore valoriale servirebbe allora concretamente avere cura di questi luoghi e l’assessore competente dovrebbe predisporre gli interventi necessari e non più rinviabili.

Le  foto che dimostrano – continua l’esponente di Coraggiosa Rimini – il cattivo stato dell’ingresso posteriore del cimitero monumentale.

La stessa scalinata dell’entrata e la ringhiera di protezione erano  in pessime condizioni. Come si può notare vi è un degrado che riguarda gli intonaci e le murature ed alcune colonne si sono distaccate dal suolo con rischi per la staticità delle stesse, sarebbe importante intervenire prima che si verifichi un possibile incidente. Non per polemica ma un loculo costa svariate migliaia di euro, penso perciò che il bilancio del cimitero disponga delle risorse necessarie per fare le dovute manutenzioni.

Oggi con grande rammarico debbo non solo constatare che dopo oltre due anni le cose non sono migliorate ma – conclude la nota di Luigino Garattoni di Coraggiosa Rimini – peggiorate, come si può vedere nelle foto odierne. Il soffitto distaccato proprio all’ingresso e la consegna lavori di un lotto  dei  lavori che doveva essere concluso mesi fa è ancora da terminare”.

Ultimi Articoli

Scroll Up