Home > Ultima ora Attualità > Rimini: manifestazione del Comitato tecnologie sostenibili contro il 5G in piazza Cavour

Rimini: manifestazione del Comitato tecnologie sostenibili contro il 5G in piazza Cavour

Un’altra giornata mondiale STOP 5G si è conclusa ieri, sabato 6 giugno 2020. Il COMITATO TECNOLOGIE SOSTENIBILI della Romagna – dice un comunicato dell’organizzazione – ha organizzato a Cesenatico, Faenza, Forlì, Ravenna e Rimini eventi per sensibilizzare ancora una volta l’opinione pubblica.

Rispetto a qualche anno fa, le antenne di telefonia spuntano come funghi e a volte non e facile neanche avere accesso alle informazioni corrette di quello che ci sta succedendo. 5G sta già diventando realtà anche nella nostra città ed è per dare voce ai continui contatti di cittadini preoccuopati che abbiamo fatto il flash mob di ieri in Piazza Cavour. Sappiamo – prosegue il comunicato – che i conflitti di interesse affliggono anche gli studi che parlano degli effetti delle radiofrequenze e onde elettromagnetiche che l’ICNIRP mette soltanto come possibili cancerogeni. Purtroppo questa storia l’abbiamo già sentita negli anni ’50 quando fumare faceva addirittura bene (https://tiragraffi.it/2016/11/30-pubblicita-vintage-sigarette-fumo-faceva-bene/).

Il 5G aumenterà la densità delle antenne fino ad una ogni 60 metri e verremo irradiati da satelliti in bassa orbita. Gli effetti biologici si hanno su tutte le forme di vita  ma gli interessi economici stanno prevalendo sul  principio di precauzione. Se non è il governo a tutelarci, richiamiamo a gran voce i sindaci della provincia di Rimini, a seguire l’esempio di tanti altri sindaci nell’opporsi a tale tecnologia mai sperimentata prima, ricordandogli che è stato presentato un progetto per la tutela dei cittadini per adottare un regolamento che assicuri un corretto insediamento degli impianti sul territorio minimizzando l’esposizione di ognuno di noi. 

In questo momento così critico per l’economia, in una Romagna che vive del turismo, sarebbe bene – conclude il comunicato – essere coerenti con l’idea di serenità che si da alle vacanze nelle nostre città investendo nel benessere psicofisico di chiunque ci metta piede anche solo per brevi periodi”.

 

 

 

 

Scroll Up