Home > Ultima ora cronaca > Rimini: marijuana e bilancia nello zaino, calci e pugni ai poliziotti che lo fermano

Rimini: marijuana e bilancia nello zaino, calci e pugni ai poliziotti che lo fermano

Alla vista degli agenti cerca di liberarsi del borsone, ma l’intenso odore di marijuana che emanava fanno subito capire il perchè delle sue preoccupazioni.

Nel pomeriggio di giovedì scorso, una Volante della Polizia di Stato mentre a Rimini pattugliava viale Regina Margherita, notava un giovane che scorgendo le divise si allontanava in direzione opposta e nella fuga lanciava all’interno di un cantiere una borsa da palestra nera che aveva con se.

Immediatamente fermato,  il ragazzo ha tentato di divincolarsi  con calci e pugni, sbracciando per tentare di liberarsi e colpendo a più riprese i poliziotti.

Recuperata la borsa lanciata poco prima dal ragazzo, gli agenti hanno percepito un forte odore di marjuana. Infatti,  tra gli effetti personali c’era una sacca nera con all’interno una busta trasparente contenente marjuana per un peso di  79.4 grammi. Inoltre occultato tra i panni è spuntato un bilancino di colore grigio, funzionante, adoperato per pesare le dosi da cedere ai clienti. Il fragazzo teneva altre due dosi di sostanza stupefacente negli slip, per un totale di 3 grammi. Nella tasca anteriore destra veniva aveva una banconota da 50 euro, sottoposta a sequestro in quanto provento dell’attività criminosa.

Droga, soldi e il bilancino sono stati sequestrati. Il ragazzo, italiano di 20 anni, è stato arrestato con l’accusa di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale. È stato accompagnato in serata presso la locale casa circondariale.

Ultimi Articoli

Scroll Up