Home > Ultima ora politica > Rimini, Mauro (Movimento Sovranità): “Nuovo piano del traffico pura follia”

Rimini, Mauro (Movimento Sovranità): “Nuovo piano del traffico pura follia”

“Pura follia”: così Gennaro Mauro liquida il nuovo piano della viabilità in centro presentato oggi dal Comune di Rimini. E propone le sue alternative.

“I riminesi non sono cavie da esperimento. Gli assessori farebbero bene a scendere dalle proprie biciclette – ironizza il capogruppo in consiglio comunale del Movimento nazionale per la Sovranità – e comprendere le necessità di mobilità dei riminesi. Ipotizzare fra qualche mese di indirizzare il flusso veicolare di migliaia di autovetture che intendono raggiungere Marina Centro e San Giuliano provenienti da via Marecchiese, Dario Campana, e zona Italo Flori, verso Largo Unità d’Italia o via Tripoli per poi immettersi nella già intasatissima Roma significa far collassare la città. Inimmaginabile ipotizzare cosa succederà nei giorni di mercoledì e sabato quando ci sarà il mercato ambulante”.

“La volontà di pedonalizzare il ponte di Tiberio e Piazza Malatesta è anche la nostra, ma la rivoluzione della viabilità che ci viene proposta creerà solo gravi disagi e migliaia di cittadini resteranno imbottigliati nel traffico. Abbiamo sempre sostenuto che per pedonalizzare il ponte di Tiberio sgravandolo dal flusso veicolare proveniente da Rimini Nord fosse necessario la realizzazione di una nuova strada che da via Tonale attraversando il parco XXV si possa immettere su via Marecchiese all’altezza della rotatoria di via Caduti di Marzabotto. La questione l’abbiamo posta sin dall’insediamento di Gnassi, quando la suggestione di realizzare un tunnel in prossimità del ponte di Tiberio era stata definitivamente archiviata. Sono passati inutilmente otto anni, le responsabilità politiche sono palesi”.

“Nel frattempo il ponte di Tiberio potrà essere pedonalizzato solo per alcuni periodi particolari, si può invece pedonalizzare piazza Malatesta dirigendo su via Massimo D’Azeglio e quindi su via Circonvallazione Occidentale (da lasciare a doppio senso di marcia) il flusso veicolare nella direzione mare-monte che ora è consentito solo per alcune ore transitando su via Giovanni XXIII. Le soluzioni più semplici a volte sono le migliori”, conclude Mauro.

Ultimi Articoli

Scroll Up