Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Rimini, Museo: giovedì presentazione del libro “La leggenda del conte Mattei”

Rimini, Museo: giovedì presentazione del libro “La leggenda del conte Mattei”

Giovedì prossimo, al Museo della Città, alle ore 17.30, Laura Falqui presenta il suo romanzo “Il mago dell’Appennino La leggenda del conte Mattei e della sua Rocchetta”. Raffaele Milani dialogherà con l’autrice.

La presentazione si inserisce nella rassegna Frontespizio5.

In queste pagine il conte Cesare Mattei, Signore della Rocchetta di Riola di Vergato, rinasce a nuova vita tra realtà e immaginazione, sulle tracce di una personalità misteriosa e amante del Segreto.

L’autrice ha disegnato una biografia immaginaria, dove la narrazione del fantastico si unisce alle atmosfere della Bologna ottocentesca, del paesaggio tosco-emiliano, tra evocazioni occultiste e suggestioni cosmiche. Ogni cosa è osservata attraverso lo sguardo del protagonista, ma il Narratore è una terza persona, un osservatore privilegiato che segue il suo personaggio nei momenti di più drammatica o esaltata solitudine creativa, a contatto con gli Elementi, con il cosmo, con la natura, dentro la potente volontà che lo condusse alle straordinarie invenzioni gemelle di architettura e Nuova Medicina.

Mattei fu, come disse Alfonso Rubbiani, “feudatario, elemosiniere, taumaturgo, artista”; generoso con gli indigenti, nobile con i nobili, amabile con i semplici, implacabile con i nemici dell’Elettromeopatia, la medicina alternativa più praticata al mondo tra il 1870 e il 1930. Incontrò re e regine, contadini e santoni indiani, nobildonne e gentiluomini accorsi in incognito alla Rocchetta da ogni parte del globo per ritrovarvi un benessere altrimenti impossibile. L’architettura, specchio della terapia, conquistava e confondeva il visitatore lungo la misteriosa via della guarigione.

Laura Falqui è saggista, drammaturga, specialista di arti visive. Studiosa dei Preraffaelliti inglesi, ha dedicato a questo argomento una trilogia di saggi in volume e diversi altri scritti. Nel 2008 ha pubblicato su “Il Carrobbio”, XXXIV, Una fiamma nel paesaggio. Il sogno di Cesare Mattei, un’ipotesi estetica sulla Rocchetta Mattei. Tra le opere più recenti: Forme e materiali della città fantastica (2014), La sostanza nascosta. Il silenzio nella pittura (2017) e la cura del volume Jane Lead, L’oro e il fuoco. Visioni (2018), scritti inediti di una visionaria inglese del Seicento. Da qualche anno ha trasferito la sua scrittura creativa dalla drammaturgia a una forma narrativa in cui affiorano le sue passioni di sempre: la pittura del secondo Ottocento inglese, il mondo della fiaba e del sogno. Il mago dell’Appennino è il suo secondo romanzo.

Raffaele Milani è professore ordinario di Estetica presso il Dipartimento di Scienze dell’Educazione, Direttore del “Laboratorio di ricerca sulle città e i paesaggi”, Università di Bologna.

Ultimi Articoli

Scroll Up