Home > Ultima ora politica > Rimini, nel 2022 opere per 87 milioni: rotatoria Bigno, stadio Romeo Neri e molto altro

Rimini, nel 2022 opere per 87 milioni: rotatoria Bigno, stadio Romeo Neri e molto altro

La III e V Commissione di Rimini in seduta congiunta ha espresso parere favorevole alla parte relativa agli investimenti inseriti nel Bilancio di previsione 2022-2024, che ha iniziato giovedì scorso il suo iter per arrivare all’approvazione entro la fine dell’anno. La manovra finanziaria prevede per il 2022 investimenti per un importo complessivo pari a 87milioni di euro, di cui oltre due terzi (62,5 milioni, circa il 71,5% del totale) finanziati attraverso risorse ottenute e intercettate da enti terzi.

“Una programmazione – sottolinea l’assessore ai lavori pubblici Mattia Morolli, presente in commissione insieme all’assessore al Bilancio Juri Magrini – che segue alcune direttrici fondamentali, come la realizzazione di opere infrastrutturali importanti per la viabilità e i parcheggi, la manutenzione diffusa del patrimonio stradale, del verde e dell’illuminazione pubblica, con un’attenzione particolare al forese; infine l’edilizia scolastica e la riqualificazione dell’impiantistica sportiva, a partire dallo stadio Romeo Neri”.  

La programmazione dei lavori per il 2022 prevede tra i principali interventi il completamento del Parco del mare sud con l’attuazione dei tratti 6-7-9 (da Marebello a Miramare) per 20 milioni di euro, la realizzazione del parcheggio in piazzale Fellini (8 milioni) e la riqualificazione degli assi commerciali dei lungomari di Rimini sud (10 milioni). Proseguono anche gli investimenti sulla riqualificazione della rete fognaria con la realizzazione della Dorsale Ausa, investimento da 8,5 milioni finanziato da contributi statali il cui avvio del cantiere è previsto per la metà del prossimo anno.

Sul fronte della viabilità, è prevista la realizzazione della rotatoria ‘Bigno’, “un’infrastruttura – prosegue l’assessore Morolli – strategica per la viabilità interna, per la posizione vicino a punti di interesse come il Flaminio, lo stadio, il polo scolastico della Colonnella e funzionale anche ai cantieri sulla Statale 16, che entreranno nel vivo a inizio anno con la rotatoria sulla via Montescudo”. Nel 2022 in programma anche l’intervento di riqualificazione del “ponte degli Scout”, l’infrastruttura ciclopedonale in legno che collega le due sponde del fiume all’altezza di via Tonale. L’opera, del valore di 450 mila euro e cofinanziata dalla Regione attraverso il fondo Covid, prevede il rafforzamento della struttura e l’ ‘incapsulamento’ degli elementi in legno per proteggere il ponte dai fenomeni atmosferici.

Sul fronte degli interventi concentrati in particolare sul forese 1 milione saranno investiti per il risanamento conservativo delle strade diffuse sul territorio comunale, per il potenziamento dell’illuminazione pubblica e la riqualificazione delle strutture cimiteriali. Per l’edilizia scolastica, in programma la realizzazione “percorso verticale 06- polo infanzia di Viserba”, che prevede la congiunzione dell’asilo “Peter Pan” e della scuola per l’infanzia il “Galeone” (2,6 milioni). Per l’edilizia sportiva, la voce più importante riguarda la riqualificazione per 2,5 milioni dello stadio Romeo Neri, con la posa del nuovo manto e la ristrutturazione della tribuna del settore distinti. Il progetto, che sarà oggetto di confronto con la società Rimini calcio, prevede lil rifacimento del terreno alla fine della stagione sportiva, mentre per la tribuna si procederà per stralci, sulla base delle verifiche sulla struttura.

“Ci concentriamo sullo stadio, dopo la pianificazione di un consistente programma di riqualificazione che ha interessato l’impiantistica sportiva della città -commenta l’assessore Morolli – Solo nei primi sei mesi del 2022 vedremo il completamento di interventi al circolo tennis di Viserba e Rivazzurra, dello stadio del Baseball di via Monaco, del centro sportivo per il calcio di Corpolò, l’ampliamento del Waldorf e andremo a chiudere il percorso di progettazione della nuova piscina comunale a Viserba, già finanziata nel precedente bilancio. Lo stesso vale per l’edilizia scolastica: a brevissimo consegneremo alla città la nuova scuola Ferrari ed entro la metà del prossimo anno saranno realizzati interventi importanti come la palestra della scuola Montessori, il miglioramento sismico dell’elementare Boschetti, la riqualificazione della Miramare di via Pescara e completata la progettazione per l’avvio dei lavori nel semestre successivo della scuola elementare Griffa, del polo per l’infanzia di Viserba e per la scuola fai Bene. Si tratta dunque di una mole di interventi strategici e diffusi in corso o in fase di progettazione, che da qui ai prossimi tre anni consentiranno a Rimini di completare il percorso di trasformazione avviato negli ultimi anni, affrontare la fase di rilancio del ‘post-Covid’ e migliorare gli spazi urbani, le infrastrutture, i servizi e dunque la qualità della vita dei cittadini”.  

Ultimi Articoli

Scroll Up