Home > Ultima ora politica > Rimini, nella faida tra camerati la spunta Ottaviani. Condannata ex forzanovista

Rimini, nella faida tra camerati la spunta Ottaviani. Condannata ex forzanovista

E alla fine la faida tra camerati l’ha spuntata l’ex forzanovista Mirco Ottaviani. Nel 2016 l’allora candidato sindaco del partito neofascista era finito nel mirino di una ex compagna di partito che sul social network Facebook aveva pubblicato un post in cui veniva data per scontata l’omosessualità di Ottaviani.
Lui per tutta risposta l’aveva querelata e all’inizio del nuovo anno la signora in questione è stata condannata al pagamento di 10000 euro a favore di Mirco Ottaviani a titolo di risarcimento danni, nonché al pagamento di tutte le spese legali.
La condanna, pronunciata dal giudice Elena Amadei del Tribunale di Rimini arriva al termine del processo civile nei confronti della cittadini riminese per una causa civile di primo grado iscritta al n. 2010/2018 R.G. .  “Il giudice ha accertato e dichiarato non corrispondenti al vero nonché diffamatorie, le affermazioni e le dichiarazioni rese dalla donna, e riconosciuto il danno morale, nonché la lesione del diritto all’immagine personale e professionale da me subita“, spiega Ottaviani.
La vicenda era salita alla ribalta delle cronache lo scorso maggio dopo che, in seguito alla fuoriuscita da Forza Nuova di Ottaviani, di tutta la comunità romagnola nonché dell’80% di militanti e quadri di tutta Italia, i vertici del partito si erano affidati ai post della signora per screditare l’ex dirigente riminese emanando a posteriori una sua espulsione per indegnità. Oggi Ottaviani milita nel partito estremista di destra Movimento Nazionale – La Rete dei Patrioti.
Scroll Up