Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Rimini, nella sala virtuale del cinema Tiberio il documentario “La piazza della mia città”

Rimini, nella sala virtuale del cinema Tiberio il documentario “La piazza della mia città”

Il cinema Tiberio di Rimini prosegue con l’iniziativa #Iorestoinsala il circuito di cinema di qualità da godersi in una Sala Virtuale, creato da oltre 40 cinema indipendenti italiani. Il Cinema Tiberio non si ferma e continua a proporre titoli d’interesse, per un progetto volto a sostenere – legalmente e con il massimo della sicurezza – l’opera d’arte e la filiera cinematografica, dall’autore, alla distribuzione sino al piccolo cinema di quartiere (come il Cinema Tiberio), riconoscendo in quest’ultimo l’autonomia della programmazione nonché parte dell’incasso.

In programma da questa settimana il documentario La piazza della mia città di Paolo Santamaria, con la partecipazione de Lo Stato Sociale, Gianni Morandi, Luca Carboni, Matilde De Angelis ed Enrico Brizzi. Bologna, 12 giugno 2018: dopo diverse difficoltà si tiene in Piazza Maggiore il concerto di Lo Stato Sociale, la formazione cittadina che a febbraio ha ricevuto un’attenzione mediatica enorme dopo l’esibizione al Festival di Sanremo con “Una vita in vacanza”. A due anni da quel live gratuito, al quale la Sopraintendenza all’archeologia, belle arti e paesaggio aveva inizialmente opposto il veto sull’opportunità culturale dell’evento, la band si ritrova per le vie e i locali della città a ragionare su quell’esperienza e sul valore simbolico di quella piazza.
Luogo immortalato da Lucio Dalla nell’omonima canzone (1976), Piazza Grande da secoli abbraccia potere politico (palazzo D’Accursio, sede del Comune) e clericale (la Basilica di San Petronio e la fontana del Nettuno) in un’unica stretta, accogliendo contemporaneamente la comunità sul “crescentone” (rimando alla focaccia lievitata, com’è chiamata in città) cioè la pavimentazione centrale, emergente rispetto al livello circostante.

Inoltre sul sito del Cinema Tiberio sono disponibili numerosi titoli, dal documentario Collective di Alexander Nanau, al “noir” francese Roubaix une Lumière di Arnaud Desplechin, fino ad una sezione dedicata alle donne in occasione della giornata dell’8 marzo, con film come Non conosci Papicha di Monia Meddour Gens e La candidata ideale di Haifaa Al-Mansour.

Oltre al biglietto singolo sono ora disponibili carnet di abbonamenti per la sala virtuale da 2 ingressi (valido 3 mesi, € 9), 5 ingressi (valido 6 mesi, € 20) e 10 ingressi (valido 12 mesi, € 35): i carnet sono utilizzabili per tutte le tipologie di film e possono essere acquistati utilizzando Bonus 18app e Bonus Docente

Per accedere alle proiezioni occorre registrarsi ed acquistare il biglietto su LiveTicket, scegliendo il film e il giorno di proiezione. Completato l’acquisto su LiveTicket lo spettatore riceverà due mail, una relativa alla fattura d’acquisto e la seconda con il link per accedere alla Sala Virtuale.

Dopo l’acquisto del biglietto ci sono 30 giorni di tempo per effettuare il primo collegamento, successivamente il film sarà disponibile per la visione entro 48 ore dal primo collegamento, con la possibilità di interrompere la visione e riprenderla entro il termine stabilito, o rivedere il film.

Il primo acquisto on line da diritto ad un biglietto omaggio per il Cinema Tiberio da utilizzare alla riapertura della sala.

Per informazioni: Cinema Tiberio tel. 328/2571483, biglietteria on line disponibile su www.liveticket.it. Programma completo su www.cinematiberio.it

Ultimi Articoli

Scroll Up