Home > Cronaca > Rimini: No Vax censurano loro ricorso respinto, ma Burioni se ne accorge

Rimini: No Vax censurano loro ricorso respinto, ma Burioni se ne accorge

I No Vax invitano a non diffondere la notizia: sui social non si deve sapere che il Tar ha rigettato il loro ricorso contro l’ordinanza del Comune di Rimini che fissa multe di 500 euro al giorno per i genitori che non vaccinano i figli. Fra l’altro, il link incriminato e da tenere nascosto è all’articolo di Chiamamicitta.it.

Il post dei No Vax su Facebook non è però sfuggito all’immunologo Roberto Burioni, che a sua volta commenta nella sua oagina: “Mentre gli antivax si lamentano per il complotto della stampa contro di loro, ieri è stato rigettato dal TAR il ricorso contro l’ordinanza pro-vax del sindaco di Rimini Andrea Gnassi. Singolarmente nelle loro chat stanno raccomandandosi di non diffondere sui social l’informazione. Ma perché, se questa informazione – come vedete dal link – è su tutti i giornali?”. 

In merito, il virologo si concede un’ulteriore stoccata: il boicottaggio lanciato contro gli articoli della stampa per Burioni è imputabile a un motivo specifico“Forse perché questo letale precedente potrebbe scoraggiare alcuni genitori antivax (che non leggono i giornali ma si informano solo sui social) a presentare ricorsi su ricorsi (è quello che fanno e che le organizzazioni di questi cavernicoli consigliano) riempiendo le tasche degli avvocati che vivono sulla loro ignoranza e sul loro egoismo?Insomma, siamo sicuri che dalla parte degli antivaccinisti non ci sia un conflitto di interessi?”

Scroll Up