Home > Ultima ora Attualità > A Rimini i nuovi monopattini a noleggio sul lungomare sono già una moda

A Rimini i nuovi monopattini a noleggio sul lungomare sono già una moda

Sul lungomare in monopattino: il servizio sperimentale di sharing è già una moda.

Appena sbarcati a Rimini, ma sono già una moda: il servizio di noleggio di monopattini elettrici è attivo in città solo da qualche giorno ma ha già riscontrato un ottimo gradimento da parte del pubblico. Il servizio, affidato a due società Bird Rides Italy e Lime per un periodo di 12 mesi, comprende una flotta complessiva di mille monopattini che possono essere utilizzati su un definito tratto del territorio urbano e in particolare sulla fascia turistica, con un limite di velocità che va dai 6 ai 15 km orari.

In questi primi giorni di sperimentazione sono tantissimi gli ospiti della città che hanno deciso di utilizzare questo innovativo e soprattutto ecologico mezzo per gli spostamenti da ultimo miglio. «Tastando il polso degli operatori abbiamo avuto una prima conferma delle impressioni: il servizio piace ed è richiesto – sottolinea l’assessore alla mobilità Roberta Frisoni – Sono già centinaia le persone, soprattutto giovani, che solo nel primo weekend di attivazione hanno voluto provare questo nuovo modo di spostarsi nell’area urbana e in particolare per spostarsi sul nostro lungomare. I gestori ci hanno anche rassicurato sulla responsabilità da parte della larga maggioranza degli utenti, consapevoli della necessità di osservare le disposizioni in tema di modi di utilizzo e di parcheggio dei mezzi per una convivenza di tutti gli utenti della strada. Questo è un aspetto decisivo perché il servizio non sia solo comodo e magari divertente, ma soprattutto sicuro.  È importante ricordare che il mezzo può essere utilizzato da una sola persona ed è importante spostarsi solo nelle zone urbane dove è consentito. I gestori sono tenuti anche ad avviare una particolare campagna per la sicurezza, ad esempio sappiamo che questo weekend sono stati messi a disposizione un centinaio di caschi per gli utenti del servizio, per incentivarne l’uso anche se non obbligatorio».

Inoltre sono attivi degli operatori che si assicurano che i monopattini vengano utilizzati e parcheggiati correttamente, in modo che non siano di intralcio alla circolazione stradale e alla mobilità in generale.

«Siamo incredibilmente contenti di lanciare nella città di Rimini oggi, dove gli amministratori comunali stanno dando un chiaro esempio al resto dell’Italia per quanto riguarda le nuove forme di mobilità ai suoi residenti – ha spiegato in una intervista alla stampa nazionale Patrick Studener, Vice Presidente di Bird -. Come in molte altre città, il traffico e la qualità dell’aria stanno riducendo la qualità di vita dei suoi residenti. Noi di Bird vogliamo risolvere questi problemi, spostando il pubblico all’utilizzo di monopattini elettrici environment-friendly. Nelle città dove abbiamo già lanciato il servizio, abbiamo realizzato la nostra missione e decine di migliaia di persone usano frequentemente il servizio».

Si ricorda che sul territorio del Comune di Rimini la circolazione dei mezzi per la micromobilità elettrica è consentita solo in ambito urbano e in particolare sulla pista ciclabile del lungomare sud da Miramare (lungomare Spadazzi) fino l’incrocio con Via Faenza; sulla pista ciclabile del lungomare sud dall’incrocio con Via Siracusa fino Piazzale Boscovich; sulla pista ciclabile lungo via destra del porto fino al Ponte dei Mille; sulla pista ciclabile di via Principe Amedeo da Piazzale Fellini al sottopasso; sul percorso ciclopedonale di Piazzale Cesari Battisti dal sottopasso alla Stazione ferroviaria; nei percorsi ciclopedonali dei parchi Renzi, Maria Callas, Cervi, Olga Bondi, Fabbri, Poderi della Ghirlandetta, XXV Aprile; nelle “zone 30” da Via Cristoforo Colombo al lungomare Claudio Tintori; sulla pista ciclabile del lungomare nord a Viserbella.

Scroll Up