Home > Cronaca > Rimini, padre orco maltratta tutta la famiglia e insidia una figlia

Rimini, padre orco maltratta tutta la famiglia e insidia una figlia

Aveva chiesto aiuto tramite social all’associazione antiviolenza “Rompi il Silenzio” di Rimini: il padre violento da moltissimi anni maltrattava tutta la famiglia arrivando a insidiare sessualmente anche una figlia. Scattati gli accertamenti della Squadra Mobile, è emerso un quadro gravissimo e squallido, almeno allo stato delle indagini ancora in corso.

Quando la figlia maggiore non ne ha potuto più ha organizzato una fuga per rifugiarsi in casa di un’amica per poi chiedere aiuto e denunciare. La ragazza aveva già tentato tempo fa un allontanamento da casa, ma il padre se n’era accorto e glielo aveva impedito a forza di minacce.

La Polizia di Stato, in stretta sinergia con l’Autorità Giudiziaria, è prontamente intervenuta per interrompere una grave situazione fatta di maltrattamenti ed abusi sessuali.

“Il coraggio di denunciare, unitamente ad una proficua collaborazione tra Autorità Giudiziaria, Associazioni Antiviolenza e Polizia di Stato ha consentito un adeguato e tempestivo intervento ad una gravissima richiesta di aiuto”, commenta la Questura di Rimini.

Nella mattinata del 18 giugno gli agenti della Polizia di Stato di Rimini hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronto del padre, cittadino rumeno, per i reati di maltrattamenti contro familiari nonchè violenza sessuale. L’uomo è stato condotto in carcere a disposizione dell’A.G. per il proseguo dell’attività di rito.

Ultimi Articoli

Scroll Up