Home > Cronaca > Rimini sottosopra, il 20 ottobre parte la rivoluzione del traffico

Rimini sottosopra, il 20 ottobre parte la rivoluzione del traffico

Traffico invertito in Via Bastioni Settentrionali lungo l’ultimo tratto di Porto Canale di Rimini in prossimità del Ponte di Tiberio e lungo Corso Giovanni XIII a partire dal 20 ottobre.  Aspettando l’imminente e totale chiusura al traffico di Piazza Malatesta prevista il prossimo anno con l’apertura del Museo Internazionale Federico Fellini.

Inutile far finta di nulla: il capoluogo romagnolo si prepara a una vera e propria rivoluzione in chiave di mobilità. Che a un primo impatto può rendere bene l’idea della sua complessità. Allora, meglio spiegare punto per punto che cosa accadrà tra 15 giorni esatti.

Con la chiusura del cantiere di Via Bastioni Settentrionali in prossimità di Porta Galliana la strada sarà finalmente riaperta a traffico. Ma la novità è di quelle non da poco. Le macchine potranno percorrerla solo da mare a monte con l’istituzione di un senso unico. La via non veicolerà più il traffico in arrivo dal Castello Malatestiano in direzione mare ma al contrario convoglierà i mezzi in arrivo da via Destra del Porto in direzione centro – monte.

Contestualmente, sempre a partire dal 20 ottobre, sarà invertito il senso di marcia di Corso Giovanni XXIII sempre con l’istituzione di un nuovo senso unico. In questo caso – e cosa importante solo fino alla primavera del 2020 – i veicoli provenienti da Via Circonvallazione Occidentale potranno svoltare in Via Ducale per poi immettersi in Via Dei Cavalieri e Corso Giovanni e raggiungere così la zona della stazione o la direttrice Via Dei Mille – Matteotti in direzione Fiera – Santarcangelo.

I PROSSIMI CAMBIAMENTI PREVISTI

Di base, nelle intenzioni dell’amministrazione comunale di Rimini la piccola rivoluzione in programma dal 20 ottobre rappresenta solo il primo step di una più ampia riorganizzazione degli assetti stradali e della mobilità cittadina. Che ruoterà attorno alla chiusura di Piazza Malatesta, come anticipato e soprattutto attorno alla chiusua del Ponte di Tiberio, che gli assessori Sadegholvaad e Frisoni hanno annunciato di voler portare a compimento entro il 2021, alla scandennza del mandato.

In particolare i prossimi passi prevedono l’inversione del senso di marcia anche in via Circonvallazione Occidentale, sempre da mare a monte nell’ottica di creare una vera e propria circolare interna cittadina. L’obiettivo in questo caso è di procedere contestualmente alla chiusura di Piazza Malatesta.

CAPITOLO PONTE DI TIBERIO

” L’obiettivo è quello di procedere alla chiusura del Ponte di Tiberio entro la fine del mandato, ovvero il 2021”, hanno spiegato gli assessori Roberta Frisoni e Jamil Sadgholvaad.

Per quanto riguarda la chiusura vera e propria si attende l’apertura dei cantieri per la costruzione di un nuovo ponte a mare di quello già esistente in prossimità dell’obi, a cavallo del Fiume Marecchia. “I fondi sono quelli del piano FSC e sono già stanziati”, ha aggiunto l’assessore alla mobilità Frisoni. L’obiettivo è quello di fluidificare il traffico cittadino mettendo a dispozione della cittadinanza e degli automobilisti in arrivo dai Comuni circostanti una valida alternativa per raggiungere l’area dell’Ospedale e quelle limitrofe. Dall’amministrazione, intanto non è stata esclusa una chiusura de ponte romano già durante il periodo delle festività natalizie. In questo caso però si tratterà di una sperimentazione molto limitata nel tempo.

Ultimi Articoli

Scroll Up