Home > Ultima ora politica > Rimini. Per Pecci- Lega- gli incidenti stradali sono colpa del Comune

Rimini. Per Pecci- Lega- gli incidenti stradali sono colpa del Comune

Il capogruppo della Lega in consiglio comunale, Marzio Pecci, interviene  anche sugli incidenti stradali. Secono l’esponente della Lega la responsabilità delle vittime della strada è da imputare all’amministrazione comunale. Ritiene inadeguati asfalti e segnaletica. Tuttavia non ha menzionato eccesso di velocità. Tutti sanno che nei centri urbani il limite è di 50 Km all’ora. La nota stampa della Lega

“Da un po’ di tempo si registrano sulle strade cittadine numerosi incidenti, anche mortali, che dovrebbero indurre l’assessore, con delega alla mobilità, ad intervenire adottando le misure necessarie per aumentare la sicurezza stradale e ridurre gli incidenti e la mortalità sulle strade.
Invece di fare il giullare sulla questura, l’assessore, farebbe bene a concentrarsi e studiare una nuova segnaletica, verticale e orizzontale, un migliore asfalto, la pericolosità delle rotatorie ed il problema degli attraversamenti pedonali che non si vedono.

L’assessore, continua Marzio Pecci, invece di studiare le forme di sicurezza stradale non fa altro che preoccuparsi di come “fregare” i cittadini sanzionandoli con autovelox, T red o altri strumenti tecnologici utili per punire gli automobilisti scambiandoli per semplici bancomat.
Abbia il coraggio l assessore di mettere sulla strada maggiori vigili per fare prevenzione e non repressione che toglie risorse alle famiglie impoverendole sempre di più.
Inoltre vogliamo ricordare quanto sia importante per la riduzione dei rischi di sinistro un’adeguata e illuminazione notturna. L’illuminazione delle strade a traffico motorizzato e non motorizzato è assai deficitaria per cui è necessario intervenire anche su queste strutture.
Occorre che il sindaco, purtroppo spesso assente, dal comune e dal Consiglio comunale, rimedi alle deficienze degli assessori, magari “frustandoli”, a che diano soluzioni ai problemi della città invece di cercare solo l’effetto comunicativo con provvedimenti irrilevanti.

Scroll Up