Home > Economia > Ambiente > Rimini, con piano Regina Pacis anche nuova rotatoria in via Chiabrera

Rimini, con piano Regina Pacis anche nuova rotatoria in via Chiabrera

Nei giorni scorsi la giunta comunale di Rimini ha approvato il piano particolareggiato denominato “Regina Pacis”. Si tratta di un intervento atteso da anni che permette di riqualificare le aree vicine alla chiesa di Regina Pacis e su via Gravina. Il piano permette anche di risolvere un problema di viabilità nella zona.

L’intervento prevede:

  • la realizzazione di n. 5 edifici a destinazione residenziale per una superficie utile di progetto pari a 4.300 mq.
  • la realizzazione di opere di urbanizzazione relative agli standard di legge per un totale di 4.963,66 mq., dei quali 1.749,31 mq. a parcheggio pubblico, 1.443,35 mq. a verde pubblico e 1.771,00 mq relativi alle aree per urbanizzazione secondaria
  • la realizzazione e cessione di un tratto di marciapiede di progetto lungo la Via Buonamici la riqualificazione della viabilità esistente (Via Buonamici)
  • la realizzazione di un tratto di pista ciclabile lungo la Via Gravina , la cessione gratuita di un’area a superstandard (Zona G4.1) attrezzata a parcheggio pubblico (a onere e spese dei privati), per un totale di 3.375,60 mq. circa.
  • la cessione gratuita di un’area a superstandard (Zona G1), non attrezzata, destinata ad aree per l’istruzione, della superficie di 658,69 mq circa.
  • la cessione gratuita di un’area destinata a viabilità, funzionale alla realizzazione della rotatoria prevista dal P.R.G. tra le Vie Chiabrera e Gravina, per un totale di mq. 255,22 circa.

L’amministrazione comunale ha chiesto agli attuatori di non realizzare il parcheggio fast park (unica modifica rispetto all’accordo del 2009). In cambio verranno realizzate altre opere oppure monetizzando l’intervento annullato.

La realizzazione del piano permetterà anche di risolvere l’immissione di via Gravina su via Chiabrera. Un intervento particolarmente atteso per tutta la zona di Lagomaggio-Pascoli per agevolare l’accesso al mare.  Il progetto di fattibilità era stato approvato già nel 2005. Il costo previsto di 400mila euro. La realizzazione della rotatoria permette di eliminare i due semafori su via Giangi e Fogazzaro.

L’intervento residenziale consiste nella  realizzazione di 2 complessi residenziali uno a ridosso della via Buonamici, composto da 3 palazzine indipendenti multi-piano e uno a ridosso di via Gravina/Chiabrera con la nuova costruzione di 2 fabbricati atti a comporre un unico organismo edilizio.

I nuovi fabbricati sono progettati con criteri di bioedilizia con destinazione residenziale. Obiettivo del progetto è raggiungere la maggior qualità ambientale sia all’interno del fabbricato a beneficio dei residenti, sia all’esterno per creare un ambiente gradevole e di qualità per tutto il vicinato.

In conclusione, secondo le schede tecniche allegate alla delibera di approvazione si tratta di una “ricucitura urbana” con forti elementi di riqualificazione urbana e sostenibilità ambientale

Scroll Up