Home > Ultima ora > Rimini: portale dedicato e digitalizzazione delle pratiche come strumenti per prevenire la corruzione

Rimini: portale dedicato e digitalizzazione delle pratiche come strumenti per prevenire la corruzione

Trasparenza intesa non solo come una maggiore conoscibilità degli atti, ma anche una più attenta informazione sull’attività dell’Amministrazione, per aumentare il livello di conoscenza di cos’è, cosa fa e soprattutto come opera il Comune e promuovere una cittadinanza attiva e più consapevole. E poi ancora un focus sui temi del governo del territorio e la pianificazione urbanistica e soprattutto un’accelerata ai processi di digitalizzazione e informatizzazione degli atti, dalla gestione degli archivi e delle pratiche urbanistiche al potenziamento del Portale appalti, una piattaforma che contiene tutte le informazioni sugli affidamenti, le gare e gli avvisi in corso nel Comune di Rimini.  Sono questi alcuni dei temi compresi nell’aggiornamento annuale del Piano triennale per la Prevenzione della Corruzione e del Piano triennale per la Trasparenza 2017/19, strumenti che mirano a sviluppare una strategia efficace per prevenire il fenomeno della corruzione e dei comportamenti illegittimi nella pubblica amministrazione.

Particolare attenzione è riservata al settore della pianificazione urbanistica e al governo del territorio, soprattutto sulla base delle indicazioni contenute nel progetto di legge presentato dalla Regione e della legge regionale 18/2016 e che dedica un capitolo particolare alla legalità e all’imparzialità attraverso una serie di azioni volte a garantire la legalità (carta dei principi di responsabilità delle imprese, rete tra enti locali per la diffusione delle best practices, ecc) di cui il Comune di Rimini si farà protagonista attivo.

Strettamente legato è il tema della digitalizzazione e dell’informatizzazione degli atti, a partire proprio dalle pratiche, fino all’assegnazione degli appalti, nell’ottica di aumentare la standardizzazione e la tracciabilità dell’attività amministrativa e quindi garantire il rispetto di tutte le numerose regole aumentando allo stesso tempo l’efficacia. A questo scopo nasce il Portale Appalti, dove è possibile pubblicare le informazioni relative agli affidamenti, i bandi, gli esiti e gli avvisi. Il Portale appalti – che il Piano prevede sia implementato – inoltre permette di interagire con le ditte coinvolte nelle procedure di affidamento, ditte che così potranno gestire direttamente on line le pratiche.

Semplificare le procedure, potere accedere da casa a tutti gli atti, anche a quelli tecnici o alle pratiche edilizie – dichiara l’amministrazione comunale di Rimini – non solo migliora l’efficacia del servizio a favore di cittadini, imprese e operatori del settore, ma consente di assorbire il rischio di opacità in settori molto delicati. Solo con la trasparenza totale si elimina una potenziale ‘area grigia’ che alimenta comportamenti non corretti e anche illegali. Il Comune di Rimini ha intenzione nel mandato di investire prioritariamente su questo aspetto perché trasparenza è l’anticamera di rapidità e onestà”.

Si ricorda che in questi giorni è in pubblicazione sul sito del Comune l’avviso per raccogliere proposte e suggerimenti dei cittadini al Piano anti corruzione. Contributi e osservazioni potranno essere inviati a controllo.gestione@comune.rimini.it.

Il Piano Anticorruzione per il triennio 2016-2018 è consultabile all’indirizzo http://www.comune.rimini.it/trasparenza-e-servizi/trasparenza/amministrazione-trasparente/disposizioni-generali/piano-triennale-la-prevenzione-0

Scroll Up