Home > Ultima ora cronaca > Rimini, primo weekend di riaperture per bar e pub. Il centro si ripopola

Rimini, primo weekend di riaperture per bar e pub. Il centro si ripopola

Dopo mesi di piazze e strade quasi deserte di sera, anche nel weekend, la riapertura di bar e pub ha di fatto ripopolato il centro storico di Rimini, che torna a rianimarsi nel weekend.

Tante le persone che hanno scelto l’asporto anche per le bevande (birre e cocktail) preferendo ai tavolini e alle sedie allestite fuori dai locali le gradinate di Piazza Cavour o l’invaso del Ponte di Tiberio sempre più centro della “nuova movida” del capoluogo romagnolo.

Tanti gli avventori all’ora dell’aperitivo, ma niente folle oceaniche. Distanze quasi sempre rispettate, niente buffet nei locali, strade e piazze sorvegliate anche dalle Forze dell’Ordine con gli agenti a perlustrare il centro a piedi dando spesso e volentieri un’occhiata all’interno dei locali.

I più grandi hanno riadattato gli spazi allestendo i tavoli anche all’esterno, i più piccoli hanno preferito continuare con l’asporto non consentendo l’ingresso se non per andare in bagno uno alla volta.

Lo scenario è però decisamente cambiato a sera inoltrata. In tanti si sono assembrati sotto la pescheria, tanto che il lockdown sembrava un ricordo lontano. Distanze quasi mai rispettate, nessuna traccia di mascherine e protezioni individuali. Tanta gente anche in Piazza Cavour, in maniera promiscua. Molte le persone che hanno scelto di indossare la mascherina rispettando anche le distanze, ma in parecchi sembrano non aver voluto recepire le indicazioni dell’autorità sanitaria per ridurre il contagio. Presenti in gran forze anche Polizia di Stato ed esercito, che tuttavia hanno scelto di non intervenire all’interno della vecchia pescheria.

E nei locali? Molti barman indossavano la mascherina d’ordinanza, altri hanno scelto di non lavorare con il dispositivo di protezione di fatto obbligatorio per i dipendenti e i titolari d’esercizio al lavoro nei bar e nei pub.

Scroll Up