Home > Ultima ora cronaca > Rimini, pusher di marijuana si finge passeggero del Metromare ma viene arrestato

Rimini, pusher di marijuana si finge passeggero del Metromare ma viene arrestato

Nel pomeriggio di venerdì 14 febbraio, le Volanti della Questura di Rimini, insieme al Reparto Cinofili della Polizia di Stato di Bologna, sono stati mandati al Parco Cervi per controlli straordinari. Superato il sottopasso ciclabile all’interno del parco, verso monte, i poliziotti hanno notato un giovane che, alla vista del personale in divisa, aveva subito cambiato direzione, dirigendosi verso la vicina fermata della Metromare denominata “Kennedy”.

Gli agenti, per evitare di creare allarme tra le tante persone presenti nel parco (famiglie, anziani e sportivi), hanno deciso di osservare a distanza il giovane mentre si andava a sedere sulla panchina della fermata del bus, ma prima che potesse riuscisse a salire a bordo del Metromare lo hanno bloccato.

Il giovane, identificato per O.J., 25enne nigeriano, a seguito della perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 7 involucri di plastica contenenti marijuana, per un peso complessivo di 170 grammi, che nascondeva nei calzoni all’altezza del pube. Da successivi accertamenti è risultato che il ragazzo fosse irregolare sul territorio italiano e che già in passato si fosse reso più volte responsabile di reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti, per i quali era stato arrestato nel settembre del 2018 sempre nel comune di Rimini.

Nella mattinata di sabato 15 febbraio l’arresto è stato convalidato dall’A.G. e al giovane, scarcerato, è stato dato il divieto di dimora nel Comune di Rimini.

Scroll Up