Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Rimini: quest’anno la “Maraveja” della Festa del Borgo comincia venerdì pomeriggio

Rimini: quest’anno la “Maraveja” della Festa del Borgo comincia venerdì pomeriggio

Gioca d’anticipo la Società de’ Borg, sfidando Giove Pluvio e le previsioni nefaste.

Molti la volevano rimandare, alcuni addirittura saltarla a piè pari e invece la tradizionale Festa nel primo week end di settembre si fa! Sono passati 39 anni dalla prima edizione e nulla è cambiato nel cuore di borghigiani e riminesi. Si percepisce dalle voci che si rincorrono di casa in casa di bottega in bottega, è iniziato quel fermento che fa parte del DNA di ogni edizione. Sui social l’interesse e la volontà di venire nel borgo c’è eccome.

E il borgo san Giuliano è pronto ad accontentare i suoi ospiti.

Con la ‘Meraviglia over the rainbow’ apre ufficialmente venerdì 31 dalle 18.00 la prima delle 3 giornate di festeggiamenti nel cuore dell’antico borgo di pescatori. Lo spettacolo delle 13 fontane nella nuova piazza d’acqua sarà l’assoluta novità, godibile fin dal primo giorno con i suoi 40 metri di schizzi d’acqua tra cielo e mare, che dialogano con la musica e i colori dell’iride. Un evento meraviglioso possiamo dire a km 0 dal momento che è curato da una piccola azienda locale, molto più nota nel resto d’Italia che non da noi, è stato finora realizzato su alcuni laghi e in occasione di Pitti, a Firenze lungo l’Arno.

La Maraveja dell’acqua accompagnerà i visitatori della Festa per tutti e tre giorni per approdare domenica sera al gran finale della Maraveja del fuoco nel cielo. Si rinnova anche per questa edizione la consolidata collaborazione con Scarpato e con le sue magie pirotecniche. Lo spettacolo di fuoco, lungi dall’essere standard, è pensato appositamente per lo scenario della Piazza sull’acqua e prevede coreografie di luci e musica  in sinergia con il contesto.

In merito al tema della Maraveja, il Presidente della Società de Borg Stefano Tonini afferma: “Abbiamo ragionato sulla meraviglia pensando alle sensazioni suscitate nel pubblico dalle precedenti edizioni. Il termine meraviglioso era ricorrente nei commenti soprattutto perché gli allestimenti di ogni festa sono unici e irripetibili. La nostra non è una Fiera, non è una Sagra ma è un momento di contenuti che noi cerchiamo ogni volta di rinnovare. Quindi l’invito è di venire a questa festa per vivere dei momenti unici di meraviglia che non ritroverete né a Rimini né in altri contesti”.

La Piazza sull’acqua è un luogo centrico. Ormai adottata a pieno titolo dalla città, rappresenta una ristrutturazione molto desiderata dai borghigiani e realizzata in tempi recenti dall’Amministrazione,

La novità ulteriore di quest’anno è il ritorno alla parola e al teatro. Abbiamo identificato la via Marecchia con il colore viola dedicata alla parola e in particolare al dialetto, con una selezione di poesie dialettali, con una serata di musica romagnola, e un percorso di incontri e racconti curato da Pinkabbestia e Vite in transito.

Il Teatro Verde è un allestimento che verrà creato esclusivamente per questa Festa in piazzetta Gabena sul palco del giardino che in questi anni è stato curato dai Ci. Vi.vo. dalla parte della platea ci saranno delle balle di fieno come sedute per cui riprenderemo una tradizione del ‘700 e dell’800 delle famiglie benestanti che consisteva nel costruirsi un teatro verde in giardino.

Il teatroVerde avrà una programmazione ricchissima da sabato sera a domenica sera di incontri, spettacoli, presentazione di libri.

Le mostre sono quattro, una dedicata alla Maraveja, una alla Poesia, una all’Arcobaleno e una alla Marineria Riminese. Quest’ultima mostra rientra negli eventi del Festival del mare, cominciati a luglio, finalizzati alla valorizzazione della Marineria riminese che hanno avuto un successo insperato e che raccontano di come i Riminesi siano interessati al recupero di una identità perduta.

Per la Festa de Borg una risorsa sempre molto importante sono i volontari. Alcuni mesi fa abbiamo chiesto alla cittadinanza, oltre che ai commercianti, di dare una mano e una intera associazione Argentini nel mondo ha aderito. Quindi avremo una quarantina di argentini, che sono poi italiani alla ricerca, anche istituzionale, delle proprie radici, che ci aiuteranno in tutti gli allestimenti.

La lotteria è un elemento fondamentale della festa, forse una delle più ricche degli ultimi anni

L’Assessore Jamil Sadegholvaad che ci porta in premessa i sentiti saluti del Sindaco “Rammaricato per non poter esere qui che ha avuto dei problemi di fuso e ha perduto l’aereo di ritorno dall’Iran ma… arriverà per la Festa. Doveva arrivare ieri ma arriva domani. Un ringraziamento non retorico ma reale per tutti quelli che hanno reso possibile questo miracolo. Negli ultimi anni è diventato particolarmente difficile fare eventi per le norme di Safe e Security e anche per le risorse piuttosto contenute. La novità è che sabato alle 10 verrà inaugurata in Piazza Pirinela la passerella che collega le due sponde del porto antico con le strutture che abbattono le barriere architettoniche. E’ un nuovo punto di caratterizzazione suggestivo che regala una prospettiva inedita e interessante sul Borgo San Giuliano”.

Scroll Up