Home > Ultima ora Attualità > Rimini. Razzismo in banca. Non fanno entrare cliente

Rimini. Razzismo in banca. Non fanno entrare cliente

Storia di ordinaria follia razzista. Adriano Musetti (nella foto di copertina) sulla sua pagina Fb scrive: “oggi 8/02/19 a Rimini, Mi è stato vietato l’ingresso allo sportello di una banca! Dopo un’ora di attesa sono riuscito ad accedervi solo grazie all’intervento della polizia”.

Adriano Musetti è nato a San Paolo (Brasile), adottato sin da bambino, vive in Italia e dal 2006 fa parte della comunità Papa Giovanni XXIII e collabora alla Capanna di Betlemme.

E’ sposato ed ha un figlio piccolo. Venerdì, mattina, racconta era andato in una delle filiali di banca indicate da Hera per ricevere un accredito di una bolletta.

Come da prassi, mette nella cassetta porta oggetti tutto ciò che potrebbe impedire l’ingresso alla banca attraverso il varco controllato ed attende che si apra la porta per accedervi. Dopo qualche minuto di attesa suona il campanello per capire le ragioni del blocco. Solo dopo numerose suonate un dipendente lo invita ad andarsene altrimenti avrebbero chiamato la polizia. Una richiesta senza particolari motivi. Musetti attende l’arrivo della Polizia che intima al personale della banca di farlo entrare.

Musetti non ha intenzione di sporgere denuncia formale, ma ha denunciato pubblicamente il grave episodio di vero e proprio razzismo.

Scroll Up