Home > Politica > Rimini. I redditi dei Consiglieri e Giunta comunale

Rimini. I redditi dei Consiglieri e Giunta comunale

Sono stati pubblicati i redditi dei consiglieri comunali, del Sindaco e della Giunta di Rimini.

Tra i consiglieri, svetta Nicola Marcello (Forza Italia) che con 324 mila euro di reddito è nettamente primo in questa classifica. Distanziati Marco Zamagni di Patto civico e Lucilla Frisoni del Pd. Chiude la classifica la consigliera del PD Giulia Corazzi.

Nella giunta il sindaco Andrea Gnassi si riprende il primo posto che l’anno scorso era occupato dall’assessore Brasini. Dietro al sindaco vi sono per reddito gli assessori Anna Montini ed Eugenia Rossi Schio.

Il sindaco Andrea Gnassi commentando le denunce dei redditi invita tutti gli amministratori alla trasparenza.  La  nota del sindaco:

Come ogni anno in questo periodo, si rinnova da parte del Comune di Rimini l’iniziativa di trasparenza che rende pubblica sul web la mia situazione reddituale, insieme a quella degli assessori e dei consiglieri comunali. Sin da subito, il Comune di Rimini si è allineato con l’attuazione di una specifica legge nazionale, grazie alla collaborazione di giunta e consiglieri, senza mai omissioni né sotterfugi atti ad evitare/aggirare la pubblicazione. Ogni anno rinnovo l’auspicio a che tutti gli Enti pubblici e parapubblici si associno a questa iniziativa, più perché convinti della sua importanza piuttosto che obbligati dalle leggi. Ma registro come nell’ultimo biennio questo ‘desiderata’ non solo non faccia progressi, ma anzi stia compiendo il passo del gambero. E’ di pochi mesi fa la decisione di sospendere, in attesa del pronunciamento della Corte Costituzionale verso cui è stata sollevata una eccezione di illegittimità dal Tar del Lazio, la pubblicazione della situazione reddituale dei dirigenti pubblici italiani.  Il risultato è che ad oggi l’obbligo di trasparenza è esercitato esclusivamente sulla componente politico amministrativa. Giusto, giustissimo ma l’intenzione originaria della trasparenza non era quella di creare situazioni ‘in solitaria’ ma di condividere con la società l’esigenza di un metodo che garantisce tutti, componente pubblica e privata allo stesso modo, proprio perché vuole evitare situazioni opache e grigie che sfilacciano prima di tutto il rapporto tra cittadini e istituzioni.

E’ possibile consultare i redditi dei consiglieri e della giunta sul sito del comune

Scroll Up