Home > Ultima ora cronaca > Rimini: rissa per una donna, 48enne pregiudicato ferisce poliziotto a calci

Rimini: rissa per una donna, 48enne pregiudicato ferisce poliziotto a calci

Si azzuffano e si prendono per il collo, poi quando arriva la polizia uno dei due prende a calci un agente. E’ successo a Rimini ieri verso le 21.15 in via Teodorico, quando una donna ha chiesto aiuto alla Questura perchè il suo attuale fidanzato, un 33enne riminese, aveva litigato con l’ex ragazzo, un 44enne originario di Potenza, e i due se le stavano dando di santa ragione nel giardino.

La pattuglia della Polizia è arrivata sul posto mentre i due erano ancora avvinghiati a terra ed intenti a picchiarsi e stringendosi perfino per il collo. Un agente ha intimato di piantarla, ma vedendo che nessuno gli dava ascolto ha provato ad afferrare uno dei due per la giacca così da allontanarlo dall’altro.

Ma a quel punto il 44enne ha sferrato un violento calcio ad una gamba del poliziotto – per lui 4 giorni di prognosi –  per poi tornare a pestarsi col rivale. Con non poca fatica gli agenti sono riusciti infine a dividere definitivamente i due.

Ma perchè tanta violenza? La donna, una 48enne riminese, ha raccontato che ogni tanto ospitava in casa l’ex compagno, mossa da pietà per il suo stato di persona senza fissa dimora.

Quella sera in casa c’era anche l’attuale compagno e durante una conversazione l’altro, apparentemente senza motivo, si è inalberato e ha iniziato ad insultare pesantemente la donna. L’attuale fidanzato ha cercato di difenderla e poi si è passati a regolare i conti nel giardino di casa.

Così il 44enne, con precedenti di polizia e penali, tra cui reati contro la persona, violenza sessuale e resistenza a pubblico ufficiale, è stato tratto in arresto per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, in attesa del rito direttissimo previsto per questa mattina.

Ultimi Articoli

Scroll Up