Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Rimini, “Riutilizzasi Colonia Bolognese”: domani il film Human flow

Rimini, “Riutilizzasi Colonia Bolognese”: domani il film Human flow

Torna dopo il successo dello scorso anno la rassegna cinematografica alla Colonia Bolognese. Dedicata quest’anno alle storie di lotta per i diritti civili, Domenica 30 giugno alle 21.00 ad aprire la rassegna, organizzata in collaborazione con Sputnik Cinematografica, Cooperativa Smart di Rovereto e Coop Alleanza 3.0, sarà Human Flow pellicola del 2017 che racconta il flusso di uomini, donne e bambini, scappati dalle loro case in un’epica migrazione di moltitudini umane in quelle parti del mondo in cui si fugge dalla miseria, dalla guerra, dai regimi.

Ospite della serata Giacomo Pacassoni medico volontario imbarcato su Open Arms. 

Dopo i recenti fatti che hanno visto prima la nave Sea Wacht bloccata per giorni a largo di Lampedusa, poi la morte di un padre e di sua figlia ai confini tra il Mexico e gli Stati Uniti – spiega Luca Zamagni, presidente dell’Associazione Il Palloncino Rosso – ci è sembrato importante affiancare alla proiezione un momento di riflessione sul tema e abbiamo subito pensato di farlo insieme ad uno dei testimoni diretti di quello che sta accadendo. Giacomo Pacassoni è un giovane medico riminese che si è imbarcato come volontario sulla Open Arms, la nave della ong spagnola Proactiva che staziona nelle acque internazionali davanti alla Libia, per soccorrere i migranti che rischiano di annegare”. 

Il cinema tornerà in Colonia domenica 14 luglio con L’onda, film del 2008 , diretto da Dennis Gansel. La proiezione sarà preceduta dal dibattito: “Come nascono i regimi autoritari? Corsi e ricorsi storici vietato abbassare la guardia!” Con gli interventi di Beppe Carpi di Banca Etica e Graziano Urbinati  di MCOI / Serata in collaborazione con: Banca Etica – MCOI manifesto contro l’odio e l’ignoranza.

Durante la settimana del Rimini Pride, Riutilizzasi Colonia Bolognese ospiterà due serate dedicate al rispetto delle diversità.  La prima il 26 luglio con la proiezione di un classico Disney “La Sirenetta”, mentre il 28 luglio, in collaborazione con Agedo e Comune di San Mauro Pascoli per il Progetto “Famiglie Aperte” della Regione Emilia Romagna, sarà proiettato “Né Giulietta  Né Romeo”, film di esordio alla regia per l’attrice Veronica Pivetti che racconta la storia di Rocco un adolescente che decide di dichiarare la propria omosessualità,  ma si vedrà costretto a fare i conti con il bullo della scuola.

La rassegna si chiuderà il 30 agosto, sempre sul tema della violazioni dei diritti umani con l’ultima proiezione in programma: “Sulla mia pelle”, pellicola che racconta la drammatica vicenda di Stefano Cucchi, il geometra romano che ad una settimana dal suo arresto per spaccio, muore in custodia delle forze dell’ordine.

La serata vedrà la partecipazione dell’Associazione Stefano Cucchi e di Amnesty.

Le serate di cinema sono ad ingresso libero.

Scroll Up